Vera Rubin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vera Rubin (2009) la seconda da sinistra

Vera Cooper Rubin (Filadelfia, 23 luglio 1928) è un'astronoma statunitense pioniera nello studio della rotazione delle galassie.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in una famiglia di immigrati ebrei. Il padre, Philip Cooper, era un ingegnere elettrico nato a Vilnius, mentre la madre, Rose Applebaum, era nata in Ucraina. Rubin è il cognome del marito Robert.

Il suo lavoro più importante è stata la scoperta della discrepanza tra le predizioni sul momento angolare delle galassie predicibile e reale movimento misurabile, ottenuto attraverso lo studio della curva di rotazione galattica.

I tentativi di conciliare i dati ottenuti con le previsioni matematiche hanno portato a sviluppare il concetto di materia oscura, sebbene Rubin stessa non sia d'accordo: "mi piacerebbe sapere che le leggi di Newton possano essere modificate in modo da descrivere correttamente le interazioni gravitazionali a grandi distanze. Questo è più attraente di un universo pieno di un nuovo genere di particelle sub-nucleari"[1].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 13 things that do not make sense, su New Scientist. URL consultato il 19 ottobre 2010.
  2. ^ (EN) M.P.C. 29670 del 22 aprile 1997

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN73920450 · LCCN: (ENn88039663 · ISNI: (EN0000 0001 1475 0628 · GND: (DE154030708 · BNF: (FRcb12311646c (data)