Vaccino a RNA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vaccino a RNA
Preparato ad uso medico RNA vaccine-it.svg

Un vaccino a RNA o vaccino a mRNA è un tipo di vaccino facente parte dei medicinali a RNA che agisce tramite inoculazione di frammenti di mRNA nelle cellule umane, le quali vengono indotte a produrre antigeni di organismi patogeni (ad esempio spike virali) o antigeni tumorali, che poi stimolano una risposta immunitaria adattativa.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 Robert Malone, uno studente laureato presso il Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, in California, dimostrò per la prima volta che la miscelazione dell'mRNA con goccioline di grasso poteva consentire alle cellule di produrre proteine.[2] [3][4]Successivamente, molti ricercatori hanno lottato per trovare la giusta strategia biochimica per sfruttare il potenziale dell'mRNA in un farmaco o in un vaccino, mentre altri hanno visto l'mRNA come troppo costoso e instabile [5]

La produzione al di fuori di un organismo di RNA (in vitro) con successiva traduzione in un organismo (in vivo) è stata descritta per la prima volta nel 1990.[6]

Nel 1994, l'RNA è stato utilizzato per la prima volta sui topi dal dott Malone [7]

I vaccini a RNA sono in fase di studio sia per patogeni virali sia per un uso come vaccino antitumorale.[8] Comirnaty è stato il primo vaccino ad RNA al mondo ad essere commercializzato e autorizzato per la vaccinazione umana.[9][10]

La paternità della tecnologia mRNA è al centro di un contenzioso fra Robert Malone e Katalin Karikò[11][12]. [13] [14]

Vaccini anti COVID-19[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2020 due vaccini a mRNA per la COVID-19, MRNA-1273 di Moderna e BNT162b2 della partnership BioNTech-Pfizer, hanno ricevuto la Emergency use authorization (autorizzazione all'uso d'emergenza) dalla FDA statunitense[15][16].

Sempre nel dicembre 2020 è entrato in fase 3 sperimentazione il vaccino CVnCoV della tedesca CureVac[17].

Farmacologia[modifica | modifica wikitesto]

La molecola di mRNA è solitamente contenuta in un mezzo per la somministrazione di farmaci, come le nanoparticelle lipidiche, per proteggere i fragili filamenti di mRNA e favorire la loro entrata nelle cellule umane.[18][19]

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

I vantaggi dei vaccini a mRNA rispetto ai vaccini proteici tradizionali includono velocità e costi di produzione e l'induzione dell'immunità cellulare e dell'immunità umorale.[20][21][22]

I vaccini ad mRNA possono essere aggiornati molto velocemente, consentendo quindi un aggiornamento in caso dell'insorgenza di nuove varianti. Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer ha affermato che probabilmente sarebbe necessario un vaccino anti Covid-19 riprogettato che prende di mira specificamente la variante Omicron e che la sua azienda potrebbe averne uno pronto per il lancio entro marzo.[23]

Svantaggi[modifica | modifica wikitesto]

La fragilità della molecola di mRNA richiede generalmente una conservazione a bassa temperatura tramite catena del freddo. Tale fragilità può inoltre compromettere l'efficacia effettiva a causa di dosaggi inadeguati. I frammenti di RNA potrebbero degradarsi e quelli ancora esistenti potrebbero essere in numero minore a quello minimo presente nella quantità della dose normalmente somministrata. Una dose di vaccino correttamente conservata, cioè, conterrebbe molto più RNA attivo di una non correttamente conservata.[non chiaro][1][20]

Ricerche in corso[modifica | modifica wikitesto]

Vaccinoterapia umana[modifica | modifica wikitesto]

L'mRNA è utilizzabile anche per uso terapeutico. Uno studio sugli animali ha mostrato che la somministrazione di mRNA nanoincapsulato, che codifica per parti di un anticorpo anti-HIV ampiamente neutralizzante, proteggeva i topi immunizzati dall'esposizione all'HIV. I dati suggeriscono che l'uso di mRNA modificato con nucleosidi per l'immunoterapia passiva potrebbe essere utilizzato contro HIV, citomegalovirus (CMV), papillomavirus umano (HPV), ecc.[24]

Vaccinoterapia veterinaria[modifica | modifica wikitesto]

I vaccini a mRNA possono essere utilizzati anche in campo veterinario per prevenire malattie infettive degli animali. È stato possibile dimostrare che l'immunizzazione con mRNA trascritto in vitro nei topi ha indotto una protezione contro il virus dell'afta epizootica. Un vaccino a mRNA autoamplificante che codifica per la glicoproteina del virus della rabbia, ha indotto una risposta immunitaria nei topi e può essere utile nella prevenzione della rabbia nei cani. Un vaccino a mRNA modificato incapsulato che codifica i geni prM ed E del virus Powassan della zecca dei cervi (POWV) ha indotto una risposta immunitaria umorale non solo contro i ceppi POWV, ma anche contro quello correlato al Langat virus.[24]

I vaccini a mRNA sono farmaci biomedici moderni che possono essere approvati solo dalla Commissione europea nell'UE e nello Spazio economico europeo insieme in un processo centralizzato coordinato dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA). Due Stati membri hanno la responsabilità principale di tale procedura.[25]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) The story of mRNA: From a loose idea to a tool that may help curb Covid, su STAT, 10 novembre 2020. URL consultato il 22 novembre 2020.
  2. ^ (EN) Andy Extance, mRNA vaccines: hope beneath the hype, in British Medical Journal, vol. 375, 24 novembre 2021, pp. n2744, DOI:10.1136/bmj.n2744. URL consultato il 22 dicembre 2021.
  3. ^ (EN) Elie Dolgin, The tangled history of mRNA vaccines, in Nature, vol. 597, n. 7876, 14 settembre 2021, pp. 318–324, DOI:10.1038/d41586-021-02483-w. URL consultato il 22 dicembre 2021.
  4. ^ Malone, R. W. Focus 11, 61–66 (1989).
  5. ^ (EN) Andy Extance, mRNA vaccines: hope beneath the hype, in BMJ, vol. 375, 24 novembre 2021, pp. n2744, DOI:10.1136/bmj.n2744. URL consultato il 22 dicembre 2021.
  6. ^ J. A. Wolff et al.: Direct gene transfer into mouse muscle in vivo. In: Science. Band 247, Nr. 4949 Pt 1, März 1990, S. 1465–1468, doi:10.1126/science.1690918, PMID 1690918.
  7. ^ X. Zhou, et al.: Self-replicating Semliki Forest virus RNA as recombinant vaccine. In: Vaccine. Band 12, Nr. 16, Dezember 1994, S. 1510–1514, doi:10.1016/0264-410x(94)90074-4, PMID 7879415.
  8. ^ Megan A. McNamara, Smita K. Nair e Eda K. Holl, RNA-Based Vaccines in Cancer Immunotherapy, in Journal of immunology research, vol. 2015, Hindawi Limited, 2015, pp. 1-9, DOI:10.1155/2015/794528, ISSN 2314-8861 (WC · ACNP), PMC 4668311, PMID 26665011.
  9. ^ (DE) Coronavirus, su Paul-Ehrlich-Institut. URL consultato il 17 marzo 2021.
  10. ^ (DE) COVID-19-IMPFSTOFF VON BIONTECH/PFIZER: ▼BNT162b2, su arznei-telegramm, 22 febbraio 1999. URL consultato il 17 marzo 2021.
  11. ^ La falsa narrazione No vax di Robert Malone sulla strategia vaccinale, su Open, 16 dicembre 2021. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  12. ^ (EN) Elie Dolgin, The tangled history of mRNA vaccines, in Nature, vol. 597, n. 7876, 14 settembre 2021, pp. 318–324, DOI:10.1038/d41586-021-02483-w. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  13. ^ La proteina spike e Robert Malone | Butac - Bufale Un Tanto Al Chilo, su www.butac.it. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  14. ^ (EN) Tom Bartlett, The Atlantic, 12 agosto 2021, https://www.theatlantic.com/science/archive/2021/08/robert-malone-vaccine-inventor-vaccine-skeptic/619734/. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  15. ^ (EN) Office of the Commissioner, Pfizer-BioNTech COVID-19 Vaccine, in FDA, 3 febbraio 2021. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  16. ^ (EN) Office of the Commissioner, Moderna COVID-19 Vaccine, in FDA, 3 febbraio 2021. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  17. ^ (EN) CureVac : CureVac Commences Global Pivotal Phase 2b/3 Trial for COVID-19 Vaccine Candidate, CVnCoV, su finance.yahoo.com. URL consultato l'11 gennaio 2021.
  18. ^ (EN) Rein Verbeke, Ine Lentacker e Stefaan C. De Smedt, Three decades of messenger RNA vaccine development, in Nano Today, vol. 28, 2019-10, p. 100766, DOI:10.1016/j.nantod.2019.100766. URL consultato il 22 novembre 2020.
  19. ^ (EN) Five things you need to know about: mRNA vaccines, su Horizon: the EU Research & Innovation magazine. URL consultato il 22 novembre 2020.
  20. ^ a b RNA vaccines: an introduction, su PHG Foundation. URL consultato il 22 novembre 2020.
  21. ^ (EN) Norbert Pardi, Michael J. Hogan e Frederick W. Porter, mRNA vaccines — a new era in vaccinology, in Nature Reviews Drug Discovery, vol. 17, n. 4, 2018-04, pp. 261-279, DOI:10.1038/nrd.2017.243. URL consultato il 22 novembre 2020.
  22. ^ (EN) Thomas Kramps e Knut Elbers, RNA Vaccines, vol. 1499, Springer New York, 2017, pp. 1-11, DOI:10.1007/978-1-4939-6481-9_1, ISBN 978-1-4939-6479-6. URL consultato il 22 novembre 2020.
  23. ^ Pfizer CEO says Omicron-targeted vaccine is most likely outcome, su reuters.com.
  24. ^ a b C. Zhang et al., Advances in mRNA Vaccines for Infectious Diseases, in Frontiers in Immunology, 27 marzo 2019, DOI:10.3389/fimmu.2019.00594.
  25. ^ FAQ zum Presse-Briefing des Paul-Ehrlich-Instituts. Paul-Ehrlich-Institut vom 22. April 2020, S. 5 (Volltext als PDF).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]