Tutti possono arricchire tranne i poveri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tutti possono arricchire tranne i poveri
Titolo originaleTutti possono arricchire tranne i poveri
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1976
Durata108 min
Generecommedia
RegiaMauro Severino
SoggettoItalo Terzoli, Enrico Vaime
SceneggiaturaBruno Di Geronimo, Mauro Severino
ProduttoreLuigi Borghese
Distribuzione (Italia)Medusa Distribuzione
FotografiaGiuseppe Pinori
MontaggioAlberto Gallitti
MusicheBixio-Frizzi-Tempera
ScenografiaGastone Carsetti
CostumiCorrado Colabucci
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tutti possono arricchire tranne i poveri è un film del 1976 diretto da Mauro Severino e interpretato da Enrico Montesano e Barbara Bouchet, tratto dall'omonimo romanzo di Italo Terzoli ed Enrico Vaime del 1972.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Viviana e Giovanni Renzelli sono una coppia di sposi che vivono a Torino. Lui lavora come centralinista per una grossa azienda di sanitari. Improvvisamente, la vita della coppia cambia quando Giovanni realizza un tredici al Totocalcio da 850 milioni di lire. Una volta intascato il patrimonio si trasferiscono a Montecarlo, cercando di investire la somma e credendo di poter entrare a far parte dell'ambiente dei miliardari, ma in realtà riusciranno solo a sperperare l'intera vincita in improbabili speculazioni edilizie suggerite proprio dai proprietari dell'azienda dove lavorava Giovanni.

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema