Turano (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 42°31′47.39″N 12°39′21.61″E / 42.529832°N 12.656003°E42.529832; 12.656003

Turano
Turano
Il fiume Turano nei pressi di Piani Sant'Elia (frazione di Rieti), fotografato da un ponte dalla Ciclovia della Conca Reatina
Stato Italia Italia
Regioni Lazio Lazio
Abruzzo Abruzzo
Lunghezza 70 km
Portata media 8 m³/s
Nasce Monte Bove
Sfocia Fiume Velino presso Rieti (località Terria)

Il Turano è un fiume del Lazio e dell'Abruzzo che costituisce uno degli affluenti di sinistra del Velino.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel comune di Carsoli dall'unione di due ruscelli e bagna le province di L'Aquila, Roma (di cui segna il confine per un breve tratto con L'Aquila) e Rieti. Nel suo tratto finale scorre all'interno della Piana Reatina fino a confluire nel Velino nei pressi di Terria (frazione di Contigliano).

I suoi affluenti principali sono:

  • riva sinistra:
  • riva destra:
    • fosso Rapino,
    • rio Ricetto.

Nel 1939 il fiume venne sbarrato dalla Diga del Turano costruita in una strettoia della valle nei pressi della frazione Posticciola di Rocca Sinibalda, dando luogo al bacino artificiale del Lago del Turano. Questo bacino, unitamente al vicino bacino del Salto con cui è collegato, alimentano la centrale idroelettrica di Cotilia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]