Tres Tabernae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tres Tabernae (in italiano: Tre Taverne) era una località dell'antico Lazio sulla Via Appia a circa 18 km da Roma.

Tres Tabernae era la prima mansio o mutatio (posto di riposo per i viaggiatori) da Roma. A questa altezza si congiungeva probabilmente da ovest una strada proveniente da Antium, e successivamente una da est proveniente dai piedi della montagna di Norba.

È normalmente associata ai resti archeologici situati 5 km a sud-est di Cisterna di Latina (Grotte di Nottola), in corrispondenza della progressiva miliaria riportata dalle fonti antiche. Altri ne hanno proposto l'identificazione con Cisterna stessa (scavi del 1993-2001), quantunque per quest'ultimi ritrovamenti siano state proposte anche le spiegazioni più disparate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Secondo gli Atti degli apostoli, San Paolo, in viaggio verso Roma, fu accolto da un gruppo di cristiani romani venutigli incontro lungo l'Appia fino a questa mutatio ed a quella più meridionale di Forum Appii (Atti, 28:15).

A Tres Tabernae fu imprigionato l'ex-imperatore Flavio Valerio Severo da Massenzio e Massimiano prima di essere ucciso (307).

Secondo le fonti antiche fu sede episcopale, ma per la scarsità della popolazione fu poi unita alla diocesi di Velletri nel 592, tuttavia di questa funzione non si conosce alcuna notizia di dettaglio.

La posizione di Tres Tabernae è segnalata sulla Tabula Peutingeriana.

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia