Treno di notte per Lisbona (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Treno di notte per Lisbona
Treno di notte per Lisbona.png
Titolo originale Night Train to Lisbon
Lingua originale inglese
Paese di produzione Germania, Svizzera, Portogallo
Anno 2013
Durata 111 min
Colore colore
Audio Dolby Digital
Rapporto 1.85:1
Genere sentimentale, thriller
Regia Bille August
Soggetto Pascal Mercier
Sceneggiatura Greg Latter, Ulrich Herrmann
Produttore Kerstin Ramcke, Peter Reichenbach, Günther Russ, Benjamin Seikel, Ana Costa, Paulo Trancoso, Dieter Stempnierwsky, Michael Lehmann, Michael Steiger
Produttore esecutivo Daniel Baur, Eric Fischer, Kevin Scott Frakes, Oliver Simon
Casa di produzione Studio Hamburg Filmproduktion, C-Films AG, PalmStar Entertainment, Efish Entertainment, Cinemate, K5 Film, K5 International, Tele München Fernseh Produktionsgesellschaft
Fotografia Filip Zumbrunn
Montaggio Hansjörg Weißbrich
Musiche Annette Focks
Scenografia Dominique Steiner-Studinka
Costumi Monika Jacobs
Trucco Sano De Perpessac, Linda DeVetta, Jekaterina Oertel
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Treno di notte per Lisbona (Night Train to Lisbon) è un film del 2013 diretto da Bille August e con protagonisti Jeremy Irons, Mélanie Laurent, Jack Huston, Martina Gedeck, Bruno Ganz e Christopher Lee. Il film è basato sull'omonimo romanzo scritto da Pascal Mercier nel 2004.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Raimund Gregorius è un professore svizzero di lingue antiche che ogni giorno si reca nel liceo di Berna dove insegna. Una mattina di pioggia, un evento cambia improvvisamente la sua vita tranquilla: una ragazza, in piedi sul parapetto, sta per buttarsi giù da un ponte, lui corre lasciando volare l'ombrello nel fiume. Riesce a fermarla prima che sia troppo tardi. Insieme raccolgono i compiti fradici degli alunni che erano volati via. Lei gli chiede se può andare con lui, si avviano e insieme entrano in classe. Dopo un po' la ragazza esce dalla classe in punta di piedi, Gregorius, continuando la lezione la segue dalla finestra mentre si allontana. Di corsa prende il soprabito della ragazza, abbandonando la classe, torna sul ponte, ma della ragazza nessuna traccia. Nel soprabito trova un libro: Um ourives das palavras (L'orafo delle parole) di Amadeu Inàcio De Almeida Prado - Lisbona 1975. Sfogliandolo scopre il timbro di una libreria di Berna, dove si reca. Il libraio ricorda bene che una ragazza il giorno prima lo aveva letto, pagato e poi era andata via. Mentre Raimund passa il libro al negoziante cade un biglietto ferroviario per Lisbona che raccoglie. Il treno parte dopo 15 minuti. Raimund riprende il libro e corre in stazione. Dopo essersi guardato attorno e non vedendo nessuno arrivare, quando ormai il treno è in movimento, sale. Durante il viaggio notturno continua affascinato la lettura del libro fino a raggiungere la capitale del Portogallo. Raimund prende alloggio alla Posada Silva e cerca l'indirizzo dell'autore del libro nell'elenco telefonico. Trova l'abitazione, dove sul portone c'è ancora una targa, MÉDICO - Dr. Amadeu de Almeida Prado - Medicina general. Il medico, nonché scrittore del libro era membro della resistenza che si oppose al regime di António de Oliveira Salazar. Ad accoglierlo è la sorella, che lo immagina ancora in vita. Uscendo di casa, la governante gli sussurra che se vuole incontrare Amadeu lo trova al cimitero dos Prazeres. Partendo da lì ricostruisce le vicende di un gruppo di amici che si erano opposti alla dittatura di António de Oliveira Salazar fino a scoprire che la ragazza del ponte, altri non era che la nipote di Rui Luís Mendes, un feroce poliziotto detto il Boia di Lisbona, che aveva scoperto la verità sull'amato nonno solo leggendo quel libro. Dopo aver tirato le fila della storia è pronto per salire sul treno e ritornare alla sua vita, ma quando si rende conto di aver trovato nella nipote di uno dei ribelli l'amore, non è più sicuro della sua decisione.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato proiettato in anteprima in concorso alla sessantatreesima edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino il 13 febbraio 2013.[2]

Nel circuito dei cinema è stato distribuito in Germania e nella Svizzera tedesca a partire dal 7 marzo 2013, in Portogallo a partire dal 21 marzo e nei Paesi Bassi e in Italia a partire dal 18 aprile.[3][4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ed Meza, Bille August boards ‘Night Train’ in Variety, 11 maggio 2010. URL consultato il 13 giugno 2013.
  2. ^ Annalice Furfari, Berlinale 2013, il giorno di Danis Tanovic tra storia e filosofia in MYmovies, 13 febbraio 2013. URL consultato il 13 giugno 2013.
  3. ^ Sito ufficiale di Night Train to Lisbon. URL consultato il 13 giugno 2013.
  4. ^ Night Train to Lisbon (2013): Release Info. URL consultato il 13 giugno 2013.
  5. ^ Alessio Marino, Treno di Notte per Lisbona: anticipata la data d'uscita in everyeye.it, 20 marzo 2013. URL consultato il 13 giugno 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema