Tram ATM serie 700

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tram ATM serie 700
Vettura tranviaria a due assi
Vettura 711 restaurata per viaggi rievocativi
Vettura 711 restaurata per viaggi rievocativi
Anni di costruzione 1947-1948
Anni di esercizio Dal 1947
Quantità prodotta 21
Costruttore Caproni
Lunghezza 9.850 mm
Capacità 19 posti a sedere
56 posti in piedi
Scartamento 1.445 mm
Interperno 2.800 mm
Massa vuoto 11,8 t
Rodiggio Bo'
Velocità massima omologata 38 km/h
Tipo di motore CGE CT 136
Dati tratti da:
Cornolò, Severi, op. cit., p. 85

Le vetture tranviarie serie 700 dell'ATM di Milano erano una serie di vetture a due assi ricavate dalla ricostruzione delle vetture serie 600 danneggiate durante la seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I relitti delle 600 vennero ricostruiti dalla Caproni di Taliedo recuperando i truck e i telai, sui quali vennero montate le nuove casse metalliche (le casse delle vecchie 600 erano invece in legno). L'estetica delle nuove casse ricordava quella delle 1500.

Le vetture vennero numerate 700–720 e vennero accoppiate a rimorchi serie 1200.

Le 700 fecero servizio fino al 1966, quando vennero trasformate in vetture di servizio ATM, compito a cui sono ancora oggi adibite. Le unità 701 e 711 sono state riportate allo stato d'origine e vengono utilizzate per servizi speciali, mentre l'unità 700 è stata ricostruita nell'aspetto della serie 600, assumendo il numero 609.

Le vetture 708 e 1724 accantonate all'interno del Deposito di Precotto.

Riepilogo delle vetture di serie[modifica | modifica wikitesto]

  • 700, ricostruita come vettura storica 609 nel 1984.
  • 701, vettura storica, in livrea biverde; utilizzata come spartineve/vettura storica con base nel deposito Messina.
  • 702, sabbiera, in livrea biverde.
  • 703, traino bidirezionale, in livrea grigia; venduta assieme alla 708, sorte ignota.
  • 704, sabbiera, in livrea biverde.
  • 705, sabbiera, in livrea arancione; ricostruita bidirezionale asimmetrica dopo incidente nel 1988[1].
  • 706, sabbiera, in livrea biverde.
  • 707, demolita negli anni settanta.
  • 708, traino bidirezionale, in livrea grigia; venduta e demolita.
  • 709, demolita nel 2003.
  • 710, traino bidirezionale, in livrea grigia; assegnata per servizi interni al deposito Messina.
  • 711, vettura storica, in livrea biverde; utilizzata come spartineve/vettura storica e assegnata al deposito Messina.
  • 712, sabbiera, in livrea biverde.
  • 713, sabbiera, in livrea biverde.
  • 714, traino trasporto rotaie, bidirezionale, in livrea grigia; assegnata alle Officine ATM Teodosio.
  • 715, traino carro molatore, bidirezionale, in livrea grigia; assegnata alle Officine ATM Teodosio.
  • 716, sabbiera, in livrea biverde; demolita nel 2015.
  • 717, sabbiera, in livrea biverde; demolita nel 2015.
  • 718, sabbiera, in livrea biverde.
  • 719, sabbiera, in livrea biverde.
  • 720, demolita negli anni settanta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Notizie flash, in "I Treni Oggi" n. 93 (maggio 1989), p. 9.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Cornolò e Giuseppe Severi, Tram e tramvie a Milano 1840-1987, Milano, Azienda Trasporti Municipali, 1987, pp. 111-113.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]