Trackpoint

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trackpoint (in alto a sinistra) e Touchpad (centro)

Il pointing stick o trackpoint (marchio registrato da IBM) è uno strumento di puntamento per portatili che consiste in una semisfera di colore rosso incastonata tra i tasti della tastiera. Su una tastiera QWERTY è incastonato tra i tasti 'G', 'H' e 'B' e i pulsanti del mouse sono posti proprio appena sotto la barra spaziatrice. Fu inventato dallo scienziato ricercatore Ted Selker ed è presente in molte marche di portatili, inclusa la linea dell'IBM dei portatili ThinkPad (ora prodotti da Lenovo) e Dell Latitude.

Il trackpoint funziona tramite sensori della pressione (per questo è anche conosciuto come joystick isometrico), tipicamente misurando la resistenza del materiale. La velocità del cursore dipende dalla pressione applicata. Il Trackpoint III e il Trackpoint IV hanno una caratteristica chiamata Negative Inertia che fa in modo che la velocità del cursore sia superiore alla norma quando viene accelerata o decelerata. I test di utilizzabilità all'IBM hanno dimostrato che è più facile per gli utenti posizionare il cursore con Negative Inertia abilitata piuttosto che con questo accorgimento disabilitato.

L'utilizzo del pointing stick viene preferito soprattutto da chi è in grado di scrivere senza guardare la tastiera, poiché è l'unico sistema di puntamento che permette all'utente di non spostare le dita dalla fila di tasti originaria.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonti e collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica