Torrente Calvana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torrente Calvana
StatoItalia Italia
RegioniUmbria Umbria
ProvincePerugia Terni
ComuniSan Venanzo Marsciano
Lunghezza18 km
Portata media0,60 m³/s
Bacino idrografico104 km²
Altitudine sorgente802 m s.l.m.
NasceMonte Peglia sezione nord
AffluentiFaena, Fosso de Rotecastello,Fosso dell'Angarotta
SfociaNestore presso Marsciano
La piena tra la frazione di San Venanzo, Civitella dè Conti, Marsciano e la sua frazione Morcella.

Il torrente Calvana è un affluente di destra del fiume Nestore. Nasce ai piedi del Monte Peglia, per precisione circa 2 km dopo la cima più alta, nel comune di San Venanzo, e dopo averlo attraversato per 18 km sfocia nei pressi di Marsciano, proprio questo è l'unico punto che non appartiene al comune sanvenanzese, infatti la foce del Calvana e gli ultimi 5 metri di corso sono il confine tra i comuni di Marsciano e San Venanzo. Tra gli affluenti del Nestore si colloca al 2º posto in destra dopo il Fersinone ed al 4º in tutto per copiosità delle acque e per lunghezza, dopo quest'ultimo, il Caina ed il Genna, invece si colloca al 3º posto per bacino idrografico, dietro a Caina e Fersinone.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Circa 2000 anni prima di Cristo il Calvana scorreva verso Fratta Todina e si univa col Faena per sfociare nel Tevere, ma cadde il versante settentrionale del Peglia che fece sì che il Calvana andasse a scorrere in direzione Marsciano. Ciò successe anche al vicino Fersinone.

Si presume che qualche secolo fa i torrenti Calvana e Fersinone erano uniti, infatti i loro corsi si incrociavano ai piedi di Civitella dei Conti (comune di San Venanzo) e formavano un unico grande torrente, che sfociava dove sfocia oggi il Calvana nel Nestore, ma nel 1008 circa una grandissima piena con l'accumulo dei detriti da parte dei due torrenti separò gli stessi.

Affluenti[modifica | modifica wikitesto]

Il Calvana non ha grandi affluenti, se non il Faena (lungo 8 km, con una portata media di 0,2 metri cubi al secondo), e la gente del posto a volte lo chiama Faena proprio per questo. Tra i piccoli contribuenti spicca il Fosso de Rotecastello, lungo 1 km. Vicino al fosso de Rotecastello sfocia nel torrente anche il Fosso dell'Angarotta, un piccolo corso d'acqua lungo 1,4 km formato dall'acqua proveniente da due poggi e da una sorgente. La portata dipende quasi del tutto dalle precipitazioni, e quando queste vengono a mancare il Calvana si asciuga.

Alluvioni[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1897 ad oggi ci sono 4 piene importanti da segnalare:

  • La prima piena citata, è del 1904,quando il Calvana distrusse una fabbrica vicino alla foce sul Nestore.
  • La seconda nel 1928, quando la piena portò via una casa poco a monte dell'abitato di Rotecastello.
  • La terza nel 1958, quando un piccolo sbarramento per irrigare i campi venne distrutto dall'urto dell'acqua e il Calvana allagò la piana del Fersinone - Nestore.
  • La quarta, la più importante, avvenuta l'11 novembre 2012, quando le incessanti piogge lo portarono a toccare l'importantissima portata di 70 metri cubi d'acqua al secondo.

Portata[modifica | modifica wikitesto]

La portata del torrente Calvana è altalenante, e comunque è stata giudicata dall'Arpa Umbria come di qualità "buona". In inverno, grazie alle abbondanti precipitazioni il Calvana è capace di una portata media di 3,7 metri cubi d'acqua al secondo. Invece in estate, quando le precipitazioni scarseggiano è a secco. Si colloca al 4º posto per lunghezza e portata tra gli affluenti del Nestore, dopo Caina, Fersinone e Genna.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Umbria Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Umbria