Caina (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caina (fiume)
StatoItalia Italia
Divisione 1Umbria
Divisione 2Perugia
Divisione 3Perugia, Corciano,Magione, Piegaro, Marsciano
Lunghezza30 km
Portata media1,6 m³/s
Bacino idrografico222 km²
Altitudine sorgente961 m s.l.m.
NasceMonte Tezio
AffluentiOscano, Formanuova,Emissario del Trasimeno, Fosso del Petriolo
SfociaNestore (fiume) presso Pieve Caina

Il torrente Caina è il principale affluente del fiume Nestore per portata e lunghezza. Nasce dal Monte Tezio e scorre per 30 Km nei comuni di Perugia, Corciano, Magione, Piegaro e Marsciano. Sfocia nel Nestore a Pieve Caina (che prende il nome dal torrente) nel comune di Marsciano.

Affluenti[modifica | modifica wikitesto]

Il Caina ha vari affluenti:

Il principale tra questi è l'Emissario del Trasimeno, costituito da un canale artificiale edificato da Braccio Fortebraccio (vedi fiume Nestore) che collega il Caina al lago Trasimeno. Il canale viene utilizzato quando, con le abbondanti piogge il livello del lago si alza e bisogna "buttarla" nel Caina.

La portata[modifica | modifica wikitesto]

La portata del Caina è abbastanza costante a causa degli scarichi urbani, che però ne inquinano l'acqua. Fino a 40 anni fa era superato in portata dal fiume Fersinone, che all'epoca era il maggior affluente del fiume Nestore, ma con l'urbanizzazione di Perugia e dintorni il Caina lo ha superato.

Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica : Pieve Caina (2011)
Fonte : Analisi dell'Arpa

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La presenza del Caina ha fortemente influenzato le abitudini degli abitanti di un paesino, Pieve Caina, che prende il nome dal torrente. La gente del posto nel passato è vissuta sempre bel timore delle piene del torrente e del maggiore Nestore, e per questo bisognava organizzare dei turni di guardia nelle notte di pioggia con i fiumi gonfi. In caso di esondazione ci si rifugiava al piano superiore, legando il bestiame bovino (vacche e vitelli) sopra alle mangiatoie e portando maiali e pollame in casa.

Esondazioni storiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Caina ci racconta dal 1900 sei piene significative:

  • La prima nel 1907, quando la piena portò via due abitazioni coloniche.
  • La seconda nel 1925, quando con una piena venne modificato il corso del torrente.
  • La terza nel 1946, quando la piena si fece sentire a Marsciano attraverso il Nestore, quasi a secco.
  • La quarta nel 1969, quando l'esondazione uccise 3 anziani a Monte Petriolo.
  • La quinta nel 1977, quando la piena distrusse un argine di pietra costato un miliardo di lire.
  • La sesta e più importante, verificata il 12 novembre 2012, quando insieme al Nestore ed a tutti i suoi affluenti scatenò l'inferno. In questo giorno toccò la portata di ben 102 metri cubi d'acqua al secondo, 2° dato più grande dopo quello del Fersinone.