Tommaso Aceti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tommaso Aceti
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Lacedonia
 
Nato24 ottobre 1687 a Figline Vegliaturo
Ordinato presbitero19 luglio 1711
Consacrato vescovo13 settembre 1744
Deceduto10 aprile 1749 a Lacedonia
 

Tommaso Aceti (Figline Vegliaturo, 24 ottobre 1687Lacedonia, 10 aprile 1749) è stato un vescovo cattolico, bibliotecario e filologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò lettere umane a Cosenza, dove venne ordinato sacerdote; continuò gli studi (lingue classiche e geometria) all'università di Napoli. Nel 1714 si trasferì a Roma e poco dopo fu nominato correttore della Stamperia vaticana nell'Archiginnasio della Sapienza, dove si impegnò nella produzione di numerose edizioni. Fu scrittore della Biblioteca Vaticana, e venne accolto in numerose Accademie (a Cosenza, Venezia ed all'Accademia dell'Arcadia col nome di Lavaste Enotrio). Strinse amicizia con i cardinali Tommaso Ruffo e soprattutto Annibale Albani, il quale gli conferì un beneficio nella basilica di San Pietro. Nel 1744 papa Benedetto XII lo nominò vescovo di Lacedonia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • libretti di jerodrammi (sacre rappresentazioni):
    • Il martirio di S. Venanzio, Roma 1729
    • L'angelo in carne
    • San Tommaso d'Aquino
    • Il martirio de' santi Cecilia, Valeriano e Tiburzio
    • Il martirio di S. Ermenegildo
    • Il martirio di S. Procopio
    • Il martirio di S. Susanna
    • Il primogenito del riformato Carmelo, B. Giovanni della Croce:
    • S. Rosalia vergine
    • Il taumaturgo di Brezia, san Francesco di Paola
    • Sant'Irena vergine e martire
    • La regina Ester
    • Sant'Irena vergine, e martire
  • Ortografia latina, ed italiana di Tomaso Aceti chierico benefiziato della Basilica Vaticana, Roma: nella stamperia di Girolamo Mainardi, 1733
  • Revisione del De antiquitate et situ Calabriae di Gabriele Barrio: Thomae Aceti academici Cosentini, et Vaticanae basilicae claerici beneficiati In Gabrielis Barrii francicani De antiquitate & situ Calabriae libros quinque, nunc primum ex autographo restitutos ac per capita distributos, prolegomena, additiones, & notae. Quibus accesserunt animadversiones Sertorii Quattrimani patricii Cosentini, Romae: ex typographia S. Michaelis ad Ripam Hieronymi Mainardi, 1737
  • Collaborò inoltre all'edizione del Bullario romano voluta da Clemente XII
  • Alcune note alle Vitae Romanorum Pontificum attribuito ad Anastasio Bibliotecario, Romae, 1731-35

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giammaria Mazzuchelli, Gli scrittori d'Italia, cioè, Notizie storiche e critiche intorno alle vite e agli scritti dei letterati italiani, Brescia: Bossini, 1753, p. 98-9 (Google books)
  • «ACETI (Tommaso)». In: Francescantonio Soria, Memorie storico-critiche degli storici napoletani, Napoli: nella stamperia Simoniana, 1781, Vol. I, pp. 1–3 (Google books)
  • «TOMMASO ACETI». In: Luigi Accattatis, Le biografie degli uomini illustri delle Calabrie. Cosenza, dalla tip. Municipale, 1870, Vol. II, pp. 334–336 (Google books)
  • F. Fiorentino, Tommaso Aceti, in Dizionario biografico degli italiani, I, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1966.
  • Francesco Russo, Tommaso Aceti, Roma: Istituto Grafico Tiberino, 1971

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN32348643 · ISNI (EN0000 0000 6131 7731 · SBN IT\ICCU\RMLV\033677 · GND (DE1055311211 · BNF (FRcb102979801 (data) · BAV ADV10218711 · CERL cnp00945624