Tiramisù (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tiramisù
Paese di produzione Italia
Anno 2016
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Fabio De Luigi
Soggetto Fabio De Luigi e Gennaro Nunziante
Sceneggiatura Fabio De Luigi e Gennaro Nunziante
Produttore Maurizio Totti
Casa di produzione Colorado Film
Fotografia Federico Masiero
Montaggio Claudio Di Mauro
Effetti speciali Effetti Digitali Italiani
Interpreti e personaggi

Tiramisù è una commedia del 2016 diretta e interpretata da Fabio De Luigi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Antonio Moscati è sposato con Aurora, una donna dolce ma tutta d'un pezzo. I due frequentano spesso il cognato di Antonio, il cinico Franco, trentenne divorziato con una figlia di sette anni e che cambia modella ogni settimana, e Marco, perennemente depresso a causa dei debiti. Antonio fa il rappresentante di prodotti farmaceutici, e gira con poco successo ed entusiasmo gli studi dei medici della mutua, cercando ogni giorno di vendere i suoi prodotti. Alla sua frustrazione quotidiana si aggiunge anche il timore che sua moglie Aurora, possa stancarsi presto di lui e del suo non essere un vincente.

Finché un giorno Antonio dimentica in uno studio medico un tiramisù fatto da Aurora e che lui avrebbe dovuto portare alla Caritas. Un medico lo assaggia, e la vita di Antonio cambia. Il tiramisù infatti diventa il modo per ottenere sempre più successo nel suo lavoro: Antonio, tra mille imprevisti, diventa senza quasi accorgersene una persona diversa, disposta a tutto per conquistare e mantenere il suo nuovo status quo.

Aurora riesce però ad aprirgli gli occhi.

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato a Trevignano sul lago di Bracciano e nel castello Ruspoli di Vignanello

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche in Italia da Medusa il 25 febbraio 2016.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La critica si è dimostrata piuttosto severa, sia Maurizio Porro (Corriere della Sera) sia altri due critici come Paolo de Agostini e Massimo Bertarelli hanno portato avanti critiche non troppo positive verso la prima opera di De Luigi[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tiramisù (2016) - Recensione di Maurizio Porro, Il corriere della sera - Trovacinema, su Trovacinema. URL consultato il 19 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema