Tintilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tintilia
Tintilia wine grape.jpg
Grappolo di Tintilia
Dettagli
Paese di origineItalia Italia
Colorebacca nera
Italia Italia
Regioni di coltivazioneMolise
DOCTintilia del Molise
Pentro di Isernia o Pentro
http://catalogoviti.politicheagricole.it/result.php?codice=372

Il Tintilia è un vitigno a bacca nera della regione Molise.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La Tintilia è un vitigno autoctono del Molise, per secoli considerato dalla popolazione locale il vitigno di eccellenza qualitativa. Se ne è rischiata la scomparsa in seguito all'introduzione di vitigni più produttivi, finché a salvarlo fu l'agronomo dottor Giuseppe Mogavero (Chieti 1937- Campobasso 2015), assessore regionale ed esperto enologo che, nella propria azienda vinicola fondata nel 1975 a Petrella Tifernina, riprese la coltivazione del vitigno autoctono Tintilia del Molise tanto da esserne considerato lo scopritore, ottenendone inoltre la certificazione di origine controllata nel 2011[1].

Per molto tempo la Tintilia è stato considerato un parente del Bovale Grande oppure un vitigno di origine spagnola (l'etimo è di chiara origine spagnola, dove tinto indica il rosso intenso dell'uva e del vino che ne deriva). Oggi, a seguito di una ricerca dell'Università del Molise, si escludono parentele con altri vitigni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]