The World's 50 Best Restaurants

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

The World's 50 Best Restaurants è una classifica annuale dei cinquanta migliori ristoranti al mondo, stilata dal mensile britannico Restaurant, basata su un sondaggio che coinvolge chef, ristoratori, cultori e critici culinari internazionali. In aggiunta alla graduatoria principale, viene stilata una lista Chef's Choice redatta sui voti dei cinquanta chef presenti nella classifica dell'anno precedente. I migliori ristoranti sono spesso precursori della gastronomia molecolare e la maggior parte serve haute cuisine.

La classifica venne stilata a partire dal 2002 e fino al 2014 il primo posto è stato assegnato 5 volte a elBulli (di cui 4 consecutive dal 2006 al 2009) e 4 volte a Noma. Dopo aver vinto il premio per la terza volta, lo chef di Noma Rene Redzepi disse che aveva 1.204 clienti in lista d'attesa rispetto ai 14 clienti di due anni prima[1]. Nel 2015 il premio venne assegnato a El Celler de Can Roca che lo aveva già vinto 2 anni prima, mentre nel 2016 è stata la volta del ristorante modenese Osteria Francescana. Nel 2017 il titolo di primo classificato andò a Eleven Madison Park di New York, mentre nel 2018 il prestigioso riconoscimento venne ancora una volta assegnato all'Osteria Francescana di Massimo Bottura.

Dal 2018, per evitare la prevedibilità della classifica e offrire agli altri ristoranti in gara maggiori possibilità di concorrere per i primi posti[2], è cambiato il regolamento per la stesura della classifica, escludendo i ristoranti che avevano conquistato il primo posto in classifica che venivano inseriti in una Hall of fame[3]. Il danese Noma, nonostante il primo posto già conquistato quattro volte in passato (tre titoli consecutivi dal 2010 al 2012 e un quarto nel 2014), si è comunque aggiudicato ancora una volta il premio perché nel 2016 era stato chiuso ed era ripartito da zero in una location completamente differente, cosa che creato alcune controversie nell'ambiente della ristorazione.[4]

Nel 2022, dopo l'ingresso dell'Osteria Francescana nella Hall of Fame, i ristoranti italiani presenti in classifica sono Lido 84 a Gardone Riviera (15º posto), Piazza Duomo ad Alba (18ºposto), Le Calandre a Rubano (26º posto) e Reale a Castel di Sangro (29º posto).[5]

Migliori ristoranti per anno[modifica | modifica wikitesto]

World's Best Restaurant
Anno Primo Secondo Terzo
2002 Spagna elBulli Regno Unito Restaurant Gordon Ramsay Stati Uniti The French Laundry
2003 Stati Uniti The French Laundry Spagna elBulli Monaco Le Louis XV
2004 Stati Uniti The French Laundry Regno Unito The Fat Duck Flag of Spain.svg elBulli
2005 Regno Unito The Fat Duck Spagna elBulli Stati Uniti The French Laundry
2006 Spagna elBulli Regno Unito The Fat Duck Francia Pierre Gagnaire
2007 Spagna elBulli Regno Unito The Fat Duck Francia Pierre Gagnaire
2008 Spagna elBulli Regno Unito The Fat Duck Francia Pierre Gagnaire
2009 Spagna elBulli Regno Unito The Fat Duck Danimarca Noma
2010 Danimarca Noma Spagna elBulli Regno Unito The Fat Duck
2011 Danimarca Noma Flag of Spain.svg El Celler de Can Roca Spagna Mugaritz
2012 Danimarca Noma Flag of Spain.svg El Celler de Can Roca Flag of Spain.svg Mugaritz
2013 Flag of Spain.svg El Celler de Can Roca Danimarca Noma Italia Osteria Francescana
2014 Danimarca Noma Spagna El Celler de Can Roca Italia Osteria Francescana
2015 Spagna El Celler de Can Roca Italia Osteria Francescana Danimarca Noma
2016 Italia Osteria Francescana Spagna El Celler de Can Roca Stati Uniti Eleven Madison Park
2017 Stati Uniti Eleven Madison Park Italia Osteria Francescana Spagna El Celler de Can Roca
2018 Italia Osteria Francescana Spagna El Celler de Can Roca Francia Mirazur
2019 Francia Mirazur Danimarca Noma Spagna Asador Etxebarri
2021 Danimarca Noma Danimarca Geranium Spagna Asador Etxebarri

Ristoranti "Chef's Choice"[modifica | modifica wikitesto]

Tra parentesi la posizione conquistata in quell'anno nella classifica principale

Altri premi[modifica | modifica wikitesto]

Annualmente vengono assegnate anche differenti menzioni, talvolta legate ad una sponsorizzazione o marchio. Ad esempio nel 2012 vennero assegnati i seguenti premi:

  • Premio "One to Watch" (uno da tenere d'occhio): La Grenouillère, Francia, che nella classifica generale si era collocato all'81º posto
  • Veuve Clicquot World's Best Female Chef: Elena Arzak, del ristorante Arzak, Spagna
  • S. Pellegrino Lifetime Achievement Award: Thomas Keller del French Laundry, USA[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Richard Vines, Noma Keeps World’s Best Restaurant Title, Fat Duck Sinks, su bloomberg.com, Bloomberg, 30 aprile 2012. URL consultato il 30 aprile 2012.
  2. ^ 50 Best, cambiano le regole: Bottura entra nella Hall of fame e non sarà più in gara, su repubblica.it, La Repubblica, 16 gennaio 2019. URL consultato il 24 marzo 2020.
  3. ^ Best of The Best, su theworlds50best.com, The World's 50 Best. URL consultato il 24 marzo 2020.
  4. ^ Lisa Abend, Why The World's 50 Best Restaurants 2019 List Is More Controversial Than Ever, su time.com, Time, 21 giugno 2019. URL consultato il 24 marzo 2020.
  5. ^ The World's 50 Best Restaurants, su theworlds50best.com. URL consultato il 13 giugno 2022.
  6. ^ Restaurant, Osteria Francescana Archiviato il 4 febbraio 2013 in Archive.is. 2011
  7. ^ Noma Keeps World's Best Restaurant Title as Fat Duck Slumps, su San Francisco Chronicle. URL consultato il 1º maggio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina