Massimo Bottura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Bottura

Massimo Bottura (Modena, 30 settembre 1962) è un cuoco italiano. È chef e proprietario dell'Osteria Francescana a Modena, ristorante premiato con tre stelle Michelin[1] e classificatosi primo ristorante al mondo nella lista dei The World's 50 Best Restaurants Awards 2016 di New York[2] (primo ristorante italiano ad aggiudicarsi il titolo).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Modena, inizialmente lavora come grossista di prodotti petroliferi nell'azienda di famiglia. Nel 1986 interrompe gli studi di giurisprudenza e rileva una trattoria a Campazzo, vicino a Nonantola, dove apprende la cucina emiliana. Successivamente approfondisce la cucina francese classica con Georges Cogny e, nel 1992, studia con Alain Ducasse nel suo «le Louis XV» a Montecarlo in uno stage di alcuni mesi.

L'osteria Francescana di Massimo Bottura

Dopo aver proseguito la formazione a New York, nel 1995 rientra a Modena e rileva una trattoria tradizionale nel cuore della città, l'Osteria Francescana.[3]

Nel 2000 lo chef catalano Ferran Adrià invita Bottura nel proprio ristorante El Bulli in Spagna, dove apprende le basi della cucina molecolare.[4]

Bottura propone una cucina creata mediante una rielaborazione moderna dei piatti e delle materie prime tradizionali.

Nel 2005 scrive il libro "Aceto balsamico", seguito nel 2006 da "Parmigiano Reggiano" e da "PRO. Attraverso tradizione e innovazione".

Nella primavera 2009 la cucina di Bottura entra nell'inchiesta di Striscia la notizia[5] sulla cucina molecolare, accusata di far uso di additivi chimici potenzialmente non sicuri[6]. Ne fa seguito una visita dei Nucleo Antisofisticazione e Sanità che non ravvisa tuttavia irregolarità.[7]

Nel 2011, sempre a Modena, assieme a Marta Pulini apre il ristorante Franceschetta58.[8]

Dopo il terremoto dell'Emilia del 2012, che causa la distruzione di migliaia di forme di Parmigiano Reggiano, Bottura collabora a eventi di sostegno ai produttori[9].

Nel 2013 partecipa all'Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti.[10]

Nel 2013 partecipa a un episodio della quinta stagione del programma Il testimone condotto da Pif.

È uno dei 10 direttori del centro di formazione Basque Culinary Center.[11]

Nel 2015 è stato il protagonista della prima puntata del documentario di Netflix Chef's Table.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Aceto balsamico, Bibliotheca Culinaria, 2005
  • Pro. Attraverso tradizione e innovazione (con Cicco Sultano), Bibliotheca Culinaria, 2006
  • Parmigiano Reggiano, Bibliotheca Culinaria, 2006
  • Never Trust a Skinny Italian Chef, Phaidon Press, ottobre 2014.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Massimo Bottura a Rimini nel giugno 2015

1991

  • Accademia Italiana Della Cucina, Cucina Eccellente per la Trattoria del Campazzo

2002

  • Guida Michelin, Una Stella Michelin
  • Guida del Gambero Rosso, Premio Miglior Chef emergente

2004

  • Guida dell'ESPRESSO, Performance dell'Anno

2005

  • Lo Mejor de La Gastronomia, Premio Internacional
  • Guida dell'ESPRESSO, Pranzo dell'Anno
  • Guida Veronelli, Tre Stelle

2006

  • Guida MICHELIN, Due Stelle Michelin
  • Golosaria, Ristorante Creativo dell'Anno

2007

  • Identità Golose, Miglior Chef creativo
  • Guida del Gambero Rosso, Tre Forchette
  • Guida dell'ESPRESSO, Piatto dell'Anno: "Riso grigio... e nero"
  • Guida dell'ESPRESSO, punteggio 19/20

2008

  • Consorzio Brunello di Montalcino ‘Leccio d'Oro', Miglior Ristorante dell'Anno
  • Consorzio Parmigiano Reggiano ‘Coltello d'oro', Uomo dell'Anno
  • Guida dell'ESPRESSO, Piatto dell'Anno: "Zuppa di lumache e spuma di aglio dolce"

2009

  • Guida dell'ESPRESSO, punteggio 19,5/20
  • Guida del Gambero Rosso, Piatto dell'Anno: "Omaggio a Thelonious Monk"
  • The World's 50 Best Restaurants, 13th Best Restaurant in the World
  • The World's 50 Best Restaurants, Highest New Entry
  • Accademia della Cucina Italiana, "Magnifico del Presidente"
  • Istituto Valorizzazione Salumi Italiani, "Personaggio di Gusto"[12]

2010

  • Les Grandes Tables du Mondes
  • Guida dell'ESPRESSO, punteggio 19,75/20
  • Identità Golose, Cuoco dell'Anno
  • Guida BMW, Ristorante dell'Anno
  • Andrew Harper Hideaway Report, Restaurant of the Year
  • The World's 50 Best Restaurants, 6th Best Restaurant in the World
  • The World's 50 Best Restaurants, Best Italian Restaurant

2011

  • Guida dell'ESPRESSO, Punteggio 19,75 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • Grand Prix de l'Art de la Cuisine, Chef dell'Anno
  • Comune di Modena, Medaglia d'oro del Comune
  • The World's 50 Best Restaurants, 4th Best Restaurant in the World
  • The World's 50 Best Restaurants, Chef's Choice Award
  • Lo Mejor de la Gastronomia, El Restaurante del Dia 9,25

2012

  • Guida del Gambero Rosso, Tre Forchette con punteggio 95/100 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • Guida dell'ESPRESSO, Punteggio 19,75/20 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • Guida MICHELIN, Tre Stelle Michelin
  • Guida Touring, punteggio 93 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • The World's 50 Best Restaurants, 5th Best Restaurant in the World

2013

  • Guida del Gambero Rosso, Tre Forchette con punteggio 95/100 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • Guida dell'ESPRESSO, Punteggio 19,75/20 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • The Daily Meal, International Chef of the Year
  • The World's 50 Best Restaurants, 3rd Best Restaurant in the World

2014

  • White Guide Global Gastronomy Award
  • The World's 50 Best Restaurants, 3rd Best Restaurant in the World

2015

  • The World's 50 Best Restaurants, 2nd Best Restaurant in the World
  • Guida dell'ESPRESSO, Punteggio 20/20 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • Guida del Gambero Rosso, Tre Forchette con punteggio 95/100 (Miglior Ristorante d'Italia)
  • 2015 Eckart Witzigmann Awar for Innovation
  • Miglior chef europeo 2016 - Madridfusion

2016

  • The World's 50 Best Restaurants, 1st Best Restaurant in the World

2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guida Michelin - Osteria Francescana, viamichelin.it. URL consultato il 30/04/2013.
  2. ^ The World's 50 Best Restaurants - Osteria Francescana, theworlds50best.com. URL consultato il 14 giugno 2016.
  3. ^ Osteria Francescana, osteriafrancescana.it.
  4. ^ Osteria Francescana, osteriafrancescana.it.
  5. ^ Striscia la Notizia, striscialanotizia.mediaset.it. URL consultato il 29-11-2010.
  6. ^ Cucina molecolare: il putiferio di Striscia la Notizia, mondodelgusto.it. URL consultato il 29-11-2010.
  7. ^ consumazione obbligatoria: I Nas da Bottura, Striscia Smentita
  8. ^ MARTA PULINI e gli anni '80 modenesi, bonaciniluca.blogspot.it. URL consultato il 03/05/2013.
  9. ^ Parmigiano-Reggiano Night, informacibo.it.
  10. ^ Con Massimo Bottura Modena vola negli Stati Uniti, ilrestodelcarlino.it. URL consultato il 02/05/2013.
  11. ^ Spagna, una laurea per gli chef, espresso.repubblica.it.
  12. ^ IVSI, Istituto Valorizzazione Salumi Italiani - Premio Reporter del Gusto, su Istituto valorizzazione salumi italiani. URL consultato il 28 luglio 2016.
  13. ^ Università di Bologna: Chef Bottura nominato dottore: "E' un esempio da imitare", su Gazzetta di Modena. URL consultato il 06/02/2017.
Controllo di autorità VIAF: (EN311478611