Tales to Astonish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tales to Astonish
fumetto
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Editore Marvel Comics - Atlas Comics
1ª edizione gennaio 1959 – marzo 1968
Albi 101 (completa)
Tales to Astonish (vol. 2)
fumetto
Editore Marvel Comics
1ª edizione dicembre 1979 – gennaio 1981
Albi 14 (completa) (contiene ristampe)
Tales to Astonish (vol. 3)
fumetto
Tales of Astonish, illustrato da John Estes
Tales of Astonish, illustrato da John Estes
Testi Peter David
Disegni John Estes
Editore Marvel Comics
1ª edizione dicembre 1994
Albo unico
Pagine 62
Editore it. Marvel Italia
1ª edizione it. marzo 1995
Collanaed. it. Marvel Magazine n. 9

Tales to Astonish è il titolo di diverse serie a fumetti antologiche pubblicate dalla Marvel Comics.

Tales to Astonish (prima serie)[modifica | modifica sorgente]

La prima serie a portare questo titolo fu una collana antologica, pubblicata dal gennaio 1959 al marzo 1968.

Tales to Astonish esordì per la Atlas Comics, la futura Marvel Comics, come antologia di fantascienza, sul finire degli anni cinquanta, con storie di supereroi e mostriciattoli provenienti da diversi pianeti sconosciuti, scritte dal futuro papà della Marvel, Stan Lee. Astonish significa stupire, da cui si traduce in italiano il titolo della collana in Racconti per stupire.

Il supereroe Ant-Man fece la sua prima apparizione su Tales to Astonish n. 27 (1962) e poi, successivamente, ne fu protagonista dal n. 35 (1962) al n. 48 (1963).

Quando la serie di Hulk terminò dopo soli 6 numeri (marzo 1963), il gigante verde fece la sua comparsa su Tales in uno scontro con Giant-Man nel numero 59 del settembre 1964. Dal numero 60 (ottobre 1964) Hulk proseguì la sua storia editoriale su Tales to Astonish.

La collana terminò la sua corsa con questo titolo con il numero 101, del marzo 1968. Infatti, dal n.102 Tales to Astonish divenne la serie principale delle storie inedite dell'incredibile Hulk, cambiando il titolo in The Incredible Hulk - seconda serie (aprile 1968), con storie firmate da Gary Friedrich & Marie Severin.

Tra gli altri personaggi celebri che apparvero da protagonisti su questa collana vi fu il principe Namor, il Sub-Mariner.

Tales to Astonish (seconda serie)[modifica | modifica sorgente]

La seconda serie con questo titolo fu pubblicata dalla Marvel Comics dal dicembre 1979 al gennaio 1981 e terminò dopo 14 numeri.

In essa sono ristampate gli episodi di Principe Namor, il Sub-Mariner dal n. 1 (maggio 1968) al n. 14 (giugno 1969). Gli autori sono lo sceneggiatore Roy Thomas e i disegnatori John Buscema, Gene Colan e Marie Severin. In questa collana alcune tavole sono state rimontate, tagliando delle vignette.

Tales to Astonish (terza serie)[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre 1994 la Marvel pubblica uno one-shot, che pubblica una storia con protagonisti l'incredibile Hulk, il dottor Henry Pym e Janet Van Dyne. La storia è stata realizzata da Peter David (testi) & John Estes (disegni). L'albo è caratterizzato dalla copertina di lamina trasparente.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics