Stile galante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lo stile galante (è una musica immediata) uno stile musicale affermatosi nella seconda metà del XVIII secolo, nel periodo del Classicismo, che realizza un ritorno alla semplicità classica dopo la complessità del tardo-barocco. Questo significa pura musica senza ornamenti, diminuzione di importanza della polifonia, e ritorno alla supremazia della melodia. In definitiva una reazione contro la musica barocca.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'uso della omofonia è iniziato circa due secoli prima quando i compositori inserirono linee melodiche omofoniche nelle messe e nei mottetti per sottolineare l'importanza del testo. Esso procede nella musica vocale del XVI secolo con la frottola e la villanella in Italia, che condurranno alla monodia e all'opera, l’air de cour e l’air à boire in Francia e le canzoni accompagnate dal liuto in Inghilterra.

L'omofonia divenne popolare anche nella musica strumentale, o per meglio dire vennero fatte trascrizioni di canzoni per complessi strumentali.

I compositori più famosi[modifica | modifica wikitesto]

Compositori che scrissero musica in stile galante si possono trovare in tutta Europa. Fra questi si possono ricordare Francesco Antonio Uttini in Italia, Carl Philipp Emanuel Bach, Johann Stamitz, Johann Gottlieb e Carl Heinrich Graun, Franz e Georg Anton Benda e Federico II di Prussia in Germania, i giovani Haydn e Mozart in Austria, Thomas Augustine Arne, Johann Christian Bach e Carl Friedrich Abel in Inghilterra.

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica