Scuola di Mannheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La scuola di Mannheim è una scuola sinfonica che nasce a Mannheim, città tedesca nel 1740. Questa scuola è stata a lungo ritenuta come unica realtà musicale alla quale si deve lo sviluppo di un certo gusto sinfonico, che culmina nel tardo Settecento e nel periodo romantico.

Compositore di riferimento di questa scuola è Johann Stamitz.

L'orchestra di questa scuola ottenne grande fama in tutta Europa e probabilmente non aveva eguali tra le coeve formazioni strumentali per bellezza delle proprie esecuzioni. Ne facevano parte dei virtuosi molto famosi. Tra questi vi erano anche musicisti francesi e italiani. Oltre ad essere famosa era anche composta da una grande compagine di strumentisti; alla sua nascita contava 48 esecutori, mentre nel 1778 (anno in cui si sciolse l'orchestra per trasferimento della corte palatina a Monaco di Baviera) arrivava fino a 90 esecutori. All'epoca orchestre così numerose si trovavano solo a Milano (dalle orchestre di circa 30 elementi, negli anni '20 del Settecento, alle orchestre di Giovanni Battista Sammartini che raggiunsero i 60 elementi attorno al 1750, cfr. Giovanni Battista Sammartiniand his Musical Environment).

Musicisti di rilievo della scuola di Mannheim:

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica