Simon Templar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Simon Templar detto Il Santo è un personaggio letterario, ripreso poi dalla televisione e dal cinema, nato nel 1928 dalla penna di Leslie Charteris nel romanzo giallo Meet - The Tiger!. Charteris scrisse più di 50 romanzi su "Il Santo".

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il suo creatore lo descrive come un Robin Hood moderno, un giustiziere che agisce ai margini della legge, e che – almeno nelle apparizioni iniziali – non disdegna l'omicidio a fini di giustizia.

Di lui si sa poco: è probabilmente di umili origini, è dotato di uno spiccato sense of humour ed ha una nutrita serie di identità fasulle. Il suo segno di riconoscimento è una stilizzata figura umana con un'aureola sui bigliettini che lascia a mo' di firma sul luogo delle sue imprese per lo scorno dei rappresentanti della legge, abitualmente beffati: l'ispettore Teal di Scotland Yard e l'ispettore John Fernack della polizia newyorkese.

Nelle versioni televisive e cinematografiche, il personaggio vede modificate in parte le sue caratteristiche. Esso appare infatti come un paladino a tutto tondo, senza interessi materiali, anche se vive agiatamente nel jet set. Sua grande predilizione è il salvataggio di belle donne in pericolo, e il beffarsi di Scotland Yard che lo crede un avventuriero senza alcuna apparente motivazione. Nelle dette versioni il "Santo" non prende mai compensi per le sue imprese come investigatore privato.

Storia editoriale[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio ha tale successo da dare vita a una nutrita serie di libri e raccolte di racconti (in tutto 50), firmati da Charteris ma scritti, a partire dagli anni Sessanta, da ghost writers come Harry Harrison e Fleming Lee.

Simon Templar arriva al cinema nel 1938, quando la RKO produce The Saint in New York con Louis Hayward nel ruolo principale. Hayward è un Templar dai tratti inquietanti e ossessivi, un giustiziere che gira il mondo organizzando rivoluzioni e ammazzando a sangue freddo i criminali ai quali dà la caccia.

L'anno successivo il Santo diventa protagonista di una serie radiofonica di successo: al microfono si alterneranno, tra gli altri, Terence de Marney, Brian Aherne, Vincent Price, Tom Conway e Barry Sullivan.

Nel film successivo, The Saint Strikes Back, il ruolo del Santo sarà affidato a George Sanders che lo interpreterà per altri quattro film. Sanders fa di Templar un dandy sensibile al fascino delle belle donne che risolve senza troppa fatica banali canovacci gialli.

Ma Charteris non gradisce questi filmetti di serie B e nel 1941 si riprende dalla Rko i diritti del personaggio; e Sanders passa a interpretare un eroe molto simile, il Falco, sempre per la Rko.

In The Saint's Vacation, il testimone passa a Hugh Sinclair che sarà protagonista anche del successivo The Saint Meets the Tiger.

Nel 1953, un invecchiato Hayward riprenderà il ruolo di Templar nel film La banda del Tamigi.

Negli anni Sessanta, Templar rispunta in un paio di pellicole francesi, diretto da Christian-Jaque con Jean Marais.

Ma la popolarità del personaggio cresce a dismisura grazie alla serie televisiva inglese Il Santo, prodotta da Monty Berman e Robert S. Baker e andata in onda dal 1962 al 1968 con protagonista Roger Moore, affiancato di volta in volta da attrici quali Shirley Eaton, Julie Christie, Dawn Addams, Samantha Eggar e Sue Lloyd.
Il successo della serie è tale che vengono realizzati anche due lungometraggi, ottenuti editando alcuni episodi: L'Organizzazione ringrazia - Firmato il Santo (1968) e La mafia lo chiamava il Santo ma era un castigo di Dio (1969).

Del 1978 è invece la serie tv Il ritorno del Santo con Ian Ogilvy nel ruolo di Templar; mentre del 1987 è la volta del film tv The Saint in Manhattan con Andrew Clarke, pensato inizialmente come episodio pilota di una nuova serie mai realizzata.
Tocca poi a Simon Dutton dare il volto al personaggio in sei film tv del 1989.

L'ultima incarnazione cinematografica del Santo è quella di Val Kilmer nel film Il Santo del 1997, nel quale Templar è un superladro internazionale che si destreggia tra congegni high-tech e travestimenti in stile Mission: Impossible.

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Leslie Charteris inventò il personaggio di Simon Templar come protagonista del romanzo Meet The Tiger. Ne seguirono un centinaio di avventure raccolte in numerose antologie.

Anno Titolo originale Titolo italiano Autore Note
1928 Meet The Tiger! Leslie Charteris
1929 The Last Hero Leslie Charteris
1930 Enter The Saint Entra il Santo Leslie Charteris
1930 Knight Templar Leslie Charteris
1931 Featuring The Saint Protagonista il Santo Leslie Charteris
1931 Alias The Saint Simon Templar, alias il Santo Leslie Charteris
1931 The Saint Meets His Match (She was a Lady) Il Santo fa società Leslie Charteris
1931 The Holy Terror Leslie Charteris
1932 Getaway Leslie Charteris
1933 The Saint and Mr. Teal Leslie Charteris
1933 The Brighter Buccaneer Un diavolo di bucaniere Leslie Charteris
1934 The Misfortunes of Mr. Teal Il Santo a Londra Leslie Charteris
1934 The Saint Goes on Il Santo non si arresta Leslie Charteris
1934 The Saint in New York Il Santo a New York Leslie Charteris
1935 The Pirate Saint (Saint Overboard) Il Santo in mare Leslie Charteris
1937 The Saint in Action L'Asso dei furfanti Leslie Charteris
1937 The Saint at the Thieves' Picnic Il Santo fa giustizia Leslie Charteris
1938 Prelude for War Il Santo scherza col fuoco Leslie Charteris
1938 Follow The Saint Seguite il Santo Leslie Charteris
1939 The Happy Highwayman Leslie Charteris
1940 The Saint in Miami Il Santo a Miami Leslie Charteris
1942 The Saint Goes West Leslie Charteris
1942 The Saint Steps In Leslie Charteris
1944 The Saint on Guard Il Santo in guardia Leslie Charteris
1946 The Saint Sees it Through Il Santo sulla pista Leslie Charteris
1948 Call for The Saint Chiamata per il Santo Leslie Charteris
1948 Saint Errant Leslie Charteris
1953 The Saint In Europe Il Santo in Europa Leslie Charteris
1955 The Saint on the Spanish Main Leslie Charteris
1956 The Saint Around The World Il Santo intorno al mondo Leslie Charteris
1957 Thanks to the Saint Grazie al Santo Leslie Charteris
1958 Señor Saint Leslie Charteris
1959 The Saint to the Rescue Leslie Charteris
1962 Trust The Saint Leslie Charteris
1963 The Saint in the Sun Leslie Charteris
1964 Vendetta For The Saint Vendetta per il Santo Harry Harrison e Leslie Charteris
1968 The Saint on TV Fleming Lee e John Kruse
1969 The Saint Return Fleming Lee, D.R. Motton, Leigh Vance e John Kruse
1969 The Fiction-Makers Fleming Lee e John Kruse
1970 The Saint Abroad Fleming Lee e Michael Pertwee
1970 The Saint in Pursuit Fleming Lee e Leslie Charteris
1971 The Saint and the People Importers Il Santo e i Mercanti d'Uomini Fleming Lee e Leslie Charteris
1975 Catch The Saint Fleming Lee e Norman Worker
1976 The Saint and the Hapsburg Necklace Christopher Short
1978 Send for the Saint Peter Bloxsom, Donald James e John Kruse
1979 The Saint in Trouble Graham Weaver, Terence Feely e John Kruse
1979 The Saint and the Templar Treasure Graham Weaver e Donne Avenell
1979 Count on the Saint Graham Weaver e Donne Avenell
1978 Salvage for the Saint Peter Bloxsom e John Kruse
1997 The Saint (movie novelization) Burl Barer e Jonathan Hensleigh
1997 Capture The Saint Burl Barer

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Film[modifica | modifica sorgente]

Serie televisive[modifica | modifica sorgente]

Influenze[modifica | modifica sorgente]

Oltre alla cinquantina di romanzi che l'autore originale Charteris scrisse sul Santo, esistono altrettanti romanzi apocrifi solo in lingua francese.

Dagli anni quaranta ai settanta furono prodotte svariate testate a fumetti.

La figura di Templar ha influenzato quella di James Bond ideato da Ian Fleming (ad esempio, quando il Santo si presentava - molti anni prima di Bond - diceva "il mio nome è Templar, Simon Templar").

Nel 1952 Ian Fleming sposò Anne Geraldine Rothermere, contessa di Charteris, lontana parente dell'inventore de "Il santo".

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]