Serena Bortone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serena Bortone

Serena Bortone (Roma, 8 settembre 1970) è una giornalista, autrice televisiva e conduttrice televisiva italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuta nella scuola della Rai 3 di Angelo Guglielmi, inizia a lavorare nella redazione del programma di Mino Damato Alla ricerca dell’arca nel 1989 per poi proseguire nella squadra di altre trasmissioni storiche come Avanzi di Serena Dandini e Ultimo minuto format di docufiction[1] condotto da Simonetta Martone e Maurizio Mannoni. Nel 1994 approda nel programma di inchieste a difesa dei cittadini e dei consumatori Mi manda Lubrano (diventato poi Mi manda Raitre) diventando l’anno seguente inviata per i collegamenti in diretta.

Dal 1998 comincia la sua esperienza come giornalista politica: è inviata e autrice per TeleCamere e nel 2006 ne è anche la conduttrice. Tra il 2000 e il 2001 realizza dieci documentari per il canale Viaggi di Stream TV. Nel 2007 torna alle inchieste di Mi manda Raitre come autrice per poi contribuire all’ideazione del format del programma di seconda serata Tatami condotto da Camila Raznovich. È autrice dello speciale di Rai 3 Dodicesimo Presidente, condotto da Federica Sciarelli con la partecipazione di Corrado Augias, dedicato all’elezione del Presidente della Repubblica nel gennaio 2015[2].

Dal 2010 è autrice della prima edizione di Agorà, programma condotto da Andrea Vianello prima e da Gerardo Greco poi. Ricopre anche il ruolo di inviato, seguendo tra l’altro le elezioni presidenziali francesi del 2012 e quelle americane del 2014. Nell'estate del 2013 conduce Agorà Estate insieme a Giovanni Anversa, programma di cui diviene conduttrice unica a partire dall’anno successivo.

Nel 2016 è ideatrice e conduttrice di due reportage che raccontano la contemporaneità attraverso le relazioni, dal titolo "Tutti salvi per amore", in onda in seconda serata su Rai 3[3].

Il 28 giugno 2017, con l'ufficializzazione dei palinsesti Rai per la stagione immediatamente successiva, viene annunciato che prenderà il posto di Gerardo Greco alla conduzione di Agorà, in onda su Rai 3. Resta alla guida del programma fino al 26 giugno 2020; il successivo 7 settembre debutta su Rai 1 con una nuova trasmissione, Oggi è un altro giorno.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Alla ricerca dell'arca (Rai 3, 1989) Autrice
  • Avanzi (Rai 3, 1991-1993) Autrice
  • Ultimo minuto (Rai 3, 1993-1997) Autrice
  • Mi manda Lubrano (Rai 3, 1994-1996) Autrice; (1995-1996) Inviata
  • Mi manda Raitre (Rai 3, 1996-1998) Autrice e Inviata; (2007-2008) Autrice
  • TeleCamere (Rai 3, 1998-2006) Autrice e Inviata; (2006) Conduttrice
  • Tatami (Rai 3, 2008-2010) Autrice
  • Agorà (Rai 3, 2010-2020) Autrice; (2017-2020) Conduttrice
  • Agorà Estate (Rai 3, 2013-2017) Autrice e Conduttrice
  • Dodicesimo Presidente (Rai 3, 2015) Autrice
  • Tutti salvi per amore (Rai 3, 2016) Autrice e Conduttrice
  • Oggi è un altro giorno (Rai 1, dal 2020) Autrice e Conduttrice
  • Telethon (Rai 1, 2020) Conduttrice
  • Dantedì (Rai 1, 2021) Conduttrice

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 ha scritto insieme a Mariano Cirino il libro di narrativa Io non lavoro – storie di italiani improduttivi e felici, pubblicato da Neri Pozza Editore e giunto alla terza ristampa[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesca Fiocchi, SERENA BORTONE: «DON MILANI MI HA INSEGNATO A PENSARE CON LA MIA TESTA», su famigliacristiana.it, Famiglia Cristiana, 22 luglio 2016. URL consultato il 24 ottobre 2018 (archiviato il 14 giugno 2018).
  2. ^ Giorgia Iovane, Il Dodicesimo Presidente, su Rai 3 Sciarelli e Augias coppia inedita per le Elezioni, su tvblog.it. URL consultato il 24 ottobre 2018 (archiviato il 24 ottobre 2018).
  3. ^ Lord Lucas, Tutti salvi per amore remixa i sentimenti con l'attualità. La Bortone più radical dell'Ercolani, su tvblog.it, Blogo.it, 4 gennaio 2016. URL consultato il 24 ottobre 2018 (archiviato il 25 luglio 2018).
  4. ^ Silvana Mazzocchi, Io non lavoro, ma per scelta le storie di chi vive "fuori", su repubblica.it, la Repubblica, 30 luglio 2010. URL consultato il 24 ottobre 2018 (archiviato il 17 aprile 2018).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]