Santalaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Santalaceae
Santalum album - Köhler–s Medizinal-Pflanzen-128.jpg
Santalum album
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Santalales
Famiglia Santalaceae
R.Br., 1810
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Core eudicots
Ordine Santalales
Famiglia Santalaceae
Generi

vedi testo

Le Santalacee (Santalaceae R.Br., 1810) sono una famiglia di piante dicotiledoni dell'ordine Santalales, che comprende circa 400 specie diffuse nelle regioni calde e temperate, di cui molte vivono in ambienti aridi (xerofile).

Comprende il sandalo (Santalum album) dal cui legno si estrae un olio aromatico e la ginestrella (Osyris alba), comune nella macchia mediterranea.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono piante erbacee o legnose, arbustive e arboree, spesso parassite, con fiori in cui sepali e petali non sono distinti (omeoclamidati) e frutto a drupa o noce con un solo seme.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il Sistema Cronquist (1981) considera come facenti parte della famiglia i seguenti generi:

La classificazione APG include nelle Santalaceae anche le Eremolepidaceae e le Viscaceae, comprendendo i seguenti generi:[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG II in Botanical Journal of the Linnean Society 2003; 141: 399–436.
  2. ^ List of Genera in SANTALACEAE in VASCULAR PLANT FAMILIES and GENERA, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 31 dicembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica