Salvatore Iacolino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salvatore Iacolino
Salvatore Iacolino 01.JPG

Eurodeputato
Legislature VII
Gruppo
parlamentare
PPE
Circoscrizione Italia Insulare

Dati generali
Partito politico Unione di Centro
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza

Salvatore Iacolino (Favara, 18 novembre 1963) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981 consegue la maturità presso il liceo classico di Agrigento. Si laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Palermo ed dal 1992 diviene funzionario e dirigente della Pubblica Amministrazione in ambito sanitario nella provincia di Agrigento. Diviene direttore amministrativo dell'ASL n. 1 di Agrigento (2001-2005) Nel 2005 è nominato, dalla giunta regionale presieduta da Salvatore Cuffaro, direttore generale dell'ASL n 6 di Palermo (fino al 2009).

Viene nominato assessore comunale di Agrigento dal 1997 al 2001 dal sindaco Calogero Sodano, in quota Forza Italia. Il 6 e 7 giugno 2009 si candida al Parlamento Europeo, venendo eletto tra le file del Popolo della Libertà. Si insedia ufficialmente il 14 luglio dello stesso anno. Diviene vicepresidente della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni del Parlamento europeo fino al 2014.[1]

Alle elezioni regionali siciliane del 2012 è candidato all'Assemblea Regionale Siciliana nella lista del PDL nel collegio di Agrigento, ma non risulta eletto nonostante le 4.972 preferenze. Candidato nel febbraio 2013 al Senato con Grande Sud in Sicilia (al secondo posto, dietro Gianfranco Miccichè), non viene eletto. Aderisce quindi a Forza Italia.

Il 5 Ottobre 2017, annuncia l'adesione all'UDC e si ricandida alle Regionali Siciliane del 2017

Ricandidato alle elezioni europee del maggio 2014 nella lista di Forza Italia, non è rieletto. Torna come dirigente amministrativo all'Azienda sanitaria provinciale di Agrigento [2].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con Letizia ed ha due figli: Giorgia e Luca.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]