Ruth Chatterton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Ruth Chatterton (1914)

Ruth Chatterton (New York, 24 dicembre 1893Norwalk, 24 novembre 1961) è stata un'attrice e sceneggiatrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua carriera artistica debuttando a teatro a Broadway, nel 1914 con Papà Gambalunga, che le diede un grande successo. Continuò a calcare le scene fino al 1925, anno in cui dedicò la sua attività al cinema. Interpretò svariati film, tra cui Madame X per la cui interpretazione ottenne una nomination agli Oscar nel 1930 quale miglior attrice.

Dal dopoguerra si dedicò alla scrittura di sceneggiature per la televisione ed il teatro.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Si sposò tre volte. La prima con l'attore inglese Ralph Forbes (1904–1951): il matrimonio, celebrato il 20 dicembre 1924 finì in un divorzio il 12 agosto 1932. Appena impugnata la sentenza di divorzio, l'attrice sposò il giorno seguente l'attore George Brent (1904–1979), suo partner anche sullo schermo. Anche questa unione finì, non molto tempo dopo, con un divorzio il 4 ottobre 1934. Dal 1941 al 1960, la data della sua morte dovuta a un'emorragia cerebrale, Ruth Chatterton restò sposata con Gordon John Barry Thomson, il suo terzo marito.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Spettacoli teatrali[modifica | modifica wikitesto]

LizaJane1916SheetMusicCover.jpeg
  • The Great Name (Broadway, 4 ottobre 1911)
  • The Rainbow (Broadway, 11 marzo 1911)
  • Daddy Long Legs di Jean Webster (Broadway, 28 settembre 1914)
  • Come Out of the Kitchen (Broadway, 23 ottobre 1916)
  • Perkins, di Douglas Murray (Broadway, 22 ottobre 1918)
  • Daddy Long Legs (revival) (Broadway, 16 novembre 1918)
  • Moonlight and Honeysuckle (Broadway, 29 settembre 1919)
  • Mary Rose (Broadway, 22 dicembre 1920)
  • La Tendresse (Broadway, 25 settembre 1922)
  • The Changelings (Broadway, 17 settembre 1923)
  • The Magnolia Lady (Broadway, 25 novembre 1924)
  • The Man in Evening Clothes (Broadway, 5 dicembre 1924)
  • The Little Minister (Broadway, 23 marzo 1925)
  • The Man With a Load of Mischief (Broadway, 26 ottobre 1925)
  • Leave Her To Heaven (Broadway, 27 febbraio 1940)
  • Second Best Bed (Broadway, 3 giugno 1946)
  • A Flag Is Born (Broadway, 5 settembre 1946)
  • Idiot's Delight (Broadway, 23 maggio 1951)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Ray Stuart Immortals of the Screen, Bonanza Books, New York 1965

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN76578029 · LCCN: (ENn87896441 · ISNI: (EN0000 0000 8157 1411 · BNF: (FRcb14673143g (data)