Rodney Hampton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rodney Hampton
Rodney Hampton 2011.PNG
Hampton nel 2011.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Running back
Ritirato 1997
Carriera
Giovanili
1987-1989 Georgia Bulldogs
Squadre di club
1990-1997 New York Giants
Palmarès
Super Bowl 1
Selezioni al Pro Bowl 2
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Rodney Craig Hampton (Houston, 3 dicembre 1969) è un ex giocatore di football americano statunitense che ha militato nel ruolo di running back nella National Football League (NFL). Al college giocò a football a Georgia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Lathon fu scelto come 24º assoluto del Draft 1990 dai New York Giants[1]. Convocato per due Pro Bowl nel 1992 e 1993, le sue 6.897 rimasero un record di franchigia fino a che non furono superate Tiki Barber nel 2004. Hampton nel suo primo anno fu membro della squadra dei Giants che vinse il Super Bowl XXV.

Dopo che la sua stagione da rookie fu accorciata per infortunio, Hampton emerse come una delle più consistenti armi offensive della squadra nelle successive cinque stagione, correndo sempre almeno mille yard nel periodo 1991–1995. Dopo la stagione 1995, Hampton firmò come free agent coi San Francisco 49ers, ma i Giants pareggiarono velocemente l'offerta e finì col rimanere a New York. Hampton corse oltre 800 yard nel 1996, condividendo i possessi con Tyrone Wheatley mentre l'anno successivo si sottopose a un'operazione chirurgica in artroscopia al ginocchio, riuscendo a fare ritorno nelle ultime due gare della stagione regolare e nell'unica gara di playoff. Si ritirò a fine stagione.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

New York Giants: XXV
New York Giants: 1990

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1992, 1993

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Yard corse 6.987
Touchdown 49

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1990 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato l'8 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]