Roberto Arditti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Roberto Arditti (Lodi, 28 agosto 1965) è un giornalista italiano.

Note biografiche[modifica | modifica wikitesto]

Roberto Arditti si è laureato in discipline economiche e sociali all'Università Bocconi di Milano.

In carriera come giornalista si è occupato prevalentemente di politica interna e politica internazionale e dal 2007 al 2010 è stato direttore del quotidiano Il Tempo.

È stato anche direttore delle news di RTL 102.5 dal 1992 al 1997 e poi vi ha condotto la trasmissione radiofonica "L'indignato speciale" con Andrea Pamparana e Fulvio Giuliani.

Inoltre è stato uno degli autori di "Porta a Porta" su Rai 1, dal 1997 al 2001 e dal 2002 al 2007

Durante il governo Berlusconi II, insediatosi nel 2001, è stato portavoce del ministro dell'Interno Claudio Scajola.

Nel novembre del 2007 pubblica il libro "Obiettivi Quasi Sbagliati", editore Sperling & Kupfer, dedicato a 13 storie di vittime del terrorismo degli "anni di piombo".

È direttore comunicazione e relazioni esterne della manifestazione Expo 2015 e insegna occasionalmente all'Università IULM di Milano il corso di Laboratorio di Giornalismo.[1].

Nel 2015 entra nel Consiglio d'Amministrazione del Centro Studi Americani.

Nel 2016 fonda Kratesis Advisory Partners.

Attualmente scrive per il quotidiano Il Foglio e le testate on line Linkiesta e Formiche. Da aprile 2018 è direttore editoriale e membro del consiglio di amministrazione di Base Per Altezza, società che edita le testate Formiche, Formiche.net ed Airpress[2].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il sito di Expo 2015 Archiviato il 12 settembre 2010 in Internet Archive.
  2. ^ Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale, su primaonline.it. URL consultato il 27 aprile 2018.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie