Rigopiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rigopiano
frazione
Rigopiano – Veduta
Il vecchio rifugio CAI a Rigopiano
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
ProvinciaProvincia di Pescara-Stemma.png Pescara
ComuneFarindola-Stemma.png Farindola
Territorio
Coordinate42°25′51.65″N 13°46′52.24″E / 42.431015°N 13.781179°E42.431015; 13.781179 (Rigopiano)Coordinate: 42°25′51.65″N 13°46′52.24″E / 42.431015°N 13.781179°E42.431015; 13.781179 (Rigopiano)
Altitudine1 200 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rigopiano
Rigopiano

Rigopiano è una località turistica montana del comune di Farindola,[1][2] in Abruzzo, in provincia di Pescara, posta alle falde sud-orientali del Gran Sasso d'Italia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

È situato nella parte di media montagna del comune di Farindola, su un piccolo pianoro a quota 1200 metri s.l.m.[3] alle falde sud-orientali del gruppo del Monte Camicia (Monte Tremoggia - Monte Siella - Monte San Vito), dorsale orientale del massiccio del Gran Sasso, circondata da boschi di faggio.[3] È attraversata da due strade: la strada del Vado di Sole, che giunge all'Aquila attraverso Campo Imperatore, passando per le vicine sorgenti del fiume Tavo, e la provinciale che collega Rigopiano a Castelli (provincia di Teramo).[4][5] Transita qui un tratto della grande Ippovia del Gran Sasso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sito fu abitato nell'era del Neolitico. In località Rigopiano furono rinvenute infatti capanne pietrose a "thòlos", ben conservate perché usate anche dai pastori come abitazioni provvisorie, durante il periodo dei "tratturi abruzzesi", terminato nel XX secolo.

Il borgo antico fu fondato nell'XI secolo dai Normanni, mentre nel XVI secolo fu di proprietà dei Farnese.

La valanga del 2017[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Valanga di Rigopiano.

Il 18 gennaio 2017, a seguito di una intensa nevicata e forse anche di scosse telluriche del terremoto del Centro Italia del 2016-2017, l'Hotel Rigopiano, ex rifugio e unico albergo della frazione, è stato investito da una valanga di neve e detriti proveniente da una linea di cresta del Monte Siella (2027 m). Fra le 40 persone presenti fra ospiti e personale, vi sono state 29 vittime e 11 sopravvissuti. I soccorsi sono potuti giungere solo all'alba del giorno seguente, date le vie di comunicazione interrotte e la scarsa visibilità per gli spostamenti in elicottero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ fabiom, Da Pietracamela a Rigopiano — Teramo Turismo, su turismo.provincia.teramo.it. URL consultato il 19 gennaio 2017.
  2. ^ Montagna estiva: Gran Sasso d’Italia | inAbruzzo, su www.inabruzzo.it. URL consultato il 19 gennaio 2017.
  3. ^ a b Rigopiano, Comune di Farindola. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 24 aprile 2019).
  4. ^ Il Paese, Comune di Farindola. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 28 marzo 2019).
  5. ^ Rigopiano, su Minube. URL consultato il 19 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN28150516712703441975 · LCCN (ENno2017114521
Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo