Remo Sernagiotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Remo Sernagiotto

Eurodeputato
Legislature VIII
Gruppo
parlamentare
Conservatori e Riformisti Europei
Circoscrizione Italia nord-orientale
[ Sito ufficiale, su remo-sernagiotto.it. Sito istituzionale]

Dati generali
Partito politico Conservatori e Riformisti

Fratelli d’Italia

Remo Sernagiotto (Montebelluna, 1º settembre 1955) è un imprenditore e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Capogruppo di Forza Italia nel consiglio comunale di Montebelluna (Provincia di Treviso) dal 1998 al 2002.

Diviene Consigliere regionale della Regione Veneto per la prima volta nel 2000, successivamente viene rieletto nel 2005. In tale occasione viene eletto presidente del gruppo di Forza Italia in consiglio regionale. Dal 2008, diventa presidente della prima commissione consiliare.

Sernagiotto viene rieletto Consigliere regionale nel 2010, e viene nominato assessore regionale dal presidente Luca Zaia.

Lascia gli incarichi in regione nel 2014, poiché viene eletto al Parlamento europeo con 21 889 preferenze.

Il 7 luglio 2015 annuncia il suo passaggio dal gruppo PPE al gruppo ECR, lasciando così Forza Italia e passando a Conservatori e Riformisti di Raffaele Fitto.

Sernagiotto si ricandida al Parlamento Europeo per le Elezioni europee del 2019 del 26 maggio con lo slogan ‘L’Europa può, l’Europa deve’. “L’Europa può fare molto per i Paesi membri e i singoli territori, ma l’Europa deve cambiare se vuole essere più efficace nella sua azione e più vicina alle persone” ribadisce Sernagiotto, “Mi piace e va incentivata l’Europa di Erasmus, quella dei fondi per l’innovazione e la crescita, del mercato e della libertà; continua a non piacermi l’Europa della burocrazia e delle decisioni assurde, spesso portate avanti da un gruppo di Paesi a scapito di altri. Non mi piace nemmeno l’Europa del pensiero unico”, la premessa del candidato di Fratelli d’Italia. “Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna sono il cuore produttivo del Paese: hanno bisogno di essere rappresentati da una forza politica che non svenda la loro dignità. Fratelli d’Italia, nella grande famiglia dei Conservatori e Riformisti, lo farà senza sconti accanto a Giorgia Meloni e a Raffaele Fitto” afferma Sernagiotto.

Tra i punti programmatici del candidato di Fratelli d’Italia vi sono il rilancio delle infrastrutture nell’ambito dei corridoi tecnologici europei, la formazione dei giovani (con particolare attenzione alla libertà di scelta educativa e al diritto all’istruzione), la tutela del territorio e del made in Italy, la valorizzazione della montagna, la realizzazione di sportelli che facilitino l’accesso ai fondi europei in vista della programmazione 2021-2027, la cancellazione del Trattato di Dublino e tolleranza zero nei confronti dell’immigrazione incontrollata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]