Pteropus dasymallus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Volpe volante delle Ryukyu
Pteropus-dasymallus-yayeyam.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Pteropus
Specie P. dasymallus
Nomenclatura binomiale
Pteropus dasymallus
Temminck, 1825
Areale

     P.d. dasymallus

     P.d. daitoensis

     P.d. formosus

     P.d. inopinatus

     P.d. yayeyamae

La volpe volante delle Ryukyu (Pteropus dasymallus Temminck, 1825) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico dell'Arcipelago delle Ryukyu, Giappone, di Taiwan e di alcune isole delle Filippine.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 190 e 227 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 124 e 152 mm, la lunghezza del piede tra 40 e 50 mm, la lunghezza delle orecchie tra 20,5 e 28 mm, un'apertura alare fino a 1,055 m e un peso fino a 490 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è lunga, densa, soffice, setosa ed eretta. Nella sottospecie P.d.formosus è ancora più lunga. Il colore del corpo cambia considerevolmente tra le diverse sottospecie e può variare dal bruno-giallastro al nerastro, mentre è sempre presente un collare giallo crema, in forte contrasto con il resto del corpo. Nelle tre forme P.d.inopinatus, P.d.formosus e P.d.yayeyamae il collare è attraversato da una banda longitudinale scura all'altezza del torace. La sottospecie P.d.daitoensis ha la testa, il collare e le parti ventrali color crema. Il muso è lungo e affusolato, gli occhi sono grandi. Le orecchie sono piccole, nascoste parzialmente nella pelliccia, con una concavità sul bordo posteriore appena sotto la punta arrotondata. La tibia è densamente ricoperta di peli. È privo di coda, mentre l'uropatagio è ridotto ad una sottile membrana lungo le parti interne degli arti inferiori. Gli individui delle isole Babuyan e Batanes a nord delle Isole Filippine, sono probabilmente i più grandi della specie.

Sottospecie Testa-corpo Avambraccio Colore del dorso Colore del ventre Colore della testa Collare
P.d.daitoensis 215-227 mm 130-137 mm bruno-giallastro crema crema crema
P.d.dasymallus 191-210 mm 126-130 mm bruno-nerastro bruno-nerastro nerastra giallo crema
P.d.formosus - 133-152 mm marrone scuro marrone scuro marrone bianco crema
P.d.inopinatus - 124-136,2 mm marrone scuro marrone scuro marrone scuro crema
P.d.yayeyamae 190-220 mm 124-140,5 mm bruno-giallastro bruno-giallastro bruno-giallastro giallo rosato

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia singolarmente o in piccoli gruppi tra il fogliame degli alberi. La sottospecie P.d. formosus è stata osservata mentre si rifugia su alberi della specie Casuarina equisetifolia.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre principalmente di frutti del genere Ficus e nettare di Mucuna macrocarpa [4].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Danno alla luce un piccolo alla volta dopo 4-6 mesi di gestazione. Gli accoppiamenti avvengono tra novembre e i primi di gennaio, le nascite tra maggio e giugno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale di questa specie è ristretto all'Arcipelago delle Ryukyu, Giappone, ad alcune isole lungo le coste di Taiwan e nel nord delle Filippine.

Vive nelle foreste, solitariamente od in piccoli gruppi, tra le fronde degli alberi. È stato osservato anche in aree urbane dove sono presenti alberi di fichi, loro principale alimento.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

In accordo alla suddivisione del genere Pteropus effettuata da Andersen[5], P. dasymallus è stato inserito nello P. hypomelanus species Group, insieme a P. hypomelanus stesso, P. faunulus, P. griseus, P. admiralitatum, P. ornatus, P. howensis, P. speciosus, P. brunneus e P. subniger. Tale appartenenza si basa sulle caratteristiche di avere il cranio con il rostro allungato e la presenza di un ripiano basale nei premolari.

Sono state riconosciute 5 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato che la popolazione si è stabilizzata dopo una diminuzione del 30% negli ultimi 15 anni, classifica P. dasymallus come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Heaney, L., Rosell-Ambal, G., Tabaranza, B. & Izawa, M. 2008, Pteropus dasymallus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Pteropus dasymallus, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Yoshiyuki, 1989, p. 18
  4. ^ Toyama C, Kobayashi S, Denda T, Nakamoto A & Izawa M, Feeding Behavior of the Orii's Flying-fox, Pteropus dasymallus inopinatus, on Mucuna macrocarpa and Related Explosive Opening of Petals, on Okinawajima Island in the Ryukyu Archipelago, Japan, in Mammal Study, vol. 37, nº 3, 2012, pp. 205-212.
  5. ^ Andersen, 1912, p. 90
  6. ^ Osawa K & Osawa Y, A new record of the Ryukyu flying-fox Pteropus dasymallus Temminck, 1825 (Chiroptera: Pteropodidae) from Kume-jima Island (PDF), in Fauna Ryukyuana, vol. 4, 2013, pp. 9--11.
  7. ^ Osawa K, Takehara K, Yamashiro M, Shikata M & Osawa Y, A new record of the Ryukyu flying-fox Pteropus dasymallus Temminck, 1825 (Chiroptera: Pteropodidae) from Aguni-jima Island (PDF), in Fauna Ryukyuana, vol. 4, 2013, pp. 5--7.
  8. ^ Osawa K & Osawa Y, Distribution of the Yaeyama flying-fox Pteropus dasymallus yayeyamae Kuroda, 1933 (Chiroptera: Pteropodidae) on the Miyako Islands (PDF), in Fauna Ryukyuana, vol. 4, 2013, pp. 1--3.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi