Knud Andersen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Knud Christian Andersen (Frederiksberg, 29 aprile 1867Inghilterra, giugno 1918) è stato uno zoologo danese. Fu specialista nello studio dei Chirotteri.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Verso la fine del XIX secolo, Andersen lavorò come ornitologo, effettuando studi in campo, tra l'altro, sulle Isole Fær Øer. Dal 1901 al 1904 fu curatore della collezione ornitologica del Museo Nazionale di Storia Naturale di Sofia[1], incarico che ricevette dal principe Ferdinando I di Bulgaria. Nel 1904, fu assunto presso il Natural History Museum di Londra, per conto del quale, per 14 anni, svolse ricerche nel Pacifico, nell'Asia sudorientale e nel Queensland, studiando in particolare i Pipistrelli. Svolse importanti lavori di classificazione sulle famiglie degli Pteropodidi e sui pipistrelli ferro di cavallo, delle quali descrisse 15 nuove specie. Nel 1909, Andersen divenne membro della Zoological Society of London (FZS).

Sparì misteriosamente nel 1918, probabilmente durante la prima guerra mondiale, e il suo corpo non fu mai ritrovato.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La sua opera principale è il Catalogue of the Chiroptera of the British Museum of Natural History (1912), ancora oggi considerato testo di riferimento per la classificazione dei Megachirotteri. Pubblicò inoltre numerose descrizioni di nuove specie.

Altre importanti opere sono le seguenti:

  • Meddelelser om faeroernes Fugle med saerligt Hensyn til Nolsø, efter skriftlige Oplysninger (scritto con P.F. Petersen), 1894
  • Diomedea melanophrys, boende paa Færøerne, 1894 (in inglese: Diomedea melanophrys in the Faröe Islands, 1895)
  • Sysselmand H.C. Müller’s haandskrevne optegnelser om Færøoerne Fugle (scritto con Hans Christopher Müller), 1901
  • On the determination of age in bats, 1917

Specie dedicate ad Andersen[modifica | modifica wikitesto]

Sono state dedicate a lui le seguenti specie:

Specie descritte da Andersen[modifica | modifica wikitesto]

Identificò le seguenti specie:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Z. Boev, The Ornithological Collections of the National Museum of Natural History of the Bulgarian Academy of Sciences: their History and Scientific Value, Bonner Zoologische Beträge, Bonn, 51 (2002), pagg. 157-163[1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bo Beolens, Michael Watkins & Mike Grayson, The Eponym Dictionary of Mammals, Johns Hopkins Press, 2009. ISBN 9780801893049


K.Andersen è l'abbreviazione standard utilizzata per le specie animali descritte da Knud Andersen.

Consulta la lista dei nomi degli autori in zoologia

Controllo di autorità VIAF: (EN46429500 · LCCN: (ENno2002042836 · GND: (DE117660876
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie