Protovescovo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il titolo di protovescovo è attribuito al primo vescovo di una Chiesa particolare. Il protovescovo è dunque l'iniziatore di una comunità cristiana e della linea dei suoi pastori.

Esempi di Protovescovi[modifica | modifica wikitesto]

Cardinale protovescovo[modifica | modifica wikitesto]

Cardinale protovescovo è invece il cardinale vescovo che appartiene da più tempo al collegio cardinalizio. Se più cardinali vescovi sono stati creati cardinali nel medesimo concistoro, è protovescovo il primo nell'ordine del biglietto di nomina. Per secoli al cardinale protovescovo era riservata la carica di decano del collegio cardinalizio, che dal 1965 è diventata una carica elettiva all'interno dei cardinali vescovi. Oggi dunque cardinale protovescovo e cardinale decano possono essere due ruoli distinti.

L'attuale cardinale protovescovo è il cardinale Francis Arinze, cardinale vescovo di Velletri-Segni; è stato creato cardinale da Giovanni Paolo II nel concistoro del 25 maggio 1985.

Elenco dei cardinali protovescovi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]