Principato d'Albania (Medioevo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principato d'Albania
Principato d'Albania – Bandiera Principato d'Albania - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Dati amministrativi
Nome completo Principato d'Albania
Nome ufficiale Principatum Albaniae
Lingue parlate Albanese, Latino, Veneziano
Capitale Durazzo
Altre capitali Croia
Politica
Forma di governo monarchia
Nascita 1368
Fine 1481
Territorio e popolazione
Territorio originale Albania
Evoluzione storica
Preceduto da Flag of the Kingdom of Naples.svg Regno d'Albania
Succeduto da Ottoman flag.svg Impero Ottomano

Il Principato d'Albania Medievale fu fondato nel 1368 da Carlo Thopia, che conquistò Durazzo strappandola agli Angioini, e proclamandosi principe d'Albania.

Il Principato, che manteneva saldi rapporti con la Repubblica di Venezia e con Costantinopoli, esistette per diversi secoli e resistette alle pressioni slave dal nord. Nel XV secolo, durante le sanguinose conquiste turco-ottomane dell'Oriente cristiano, i locali albanesi furono l'unico popolo che riuscì valorosamente a osteggiare l'avanzata turca.

Per un ventennio gli albanesi, capeggiati da Giorgio Castriota Scanderbeg, infierirono pesantemente il sultano Murad II, uno tra i potenti ed indomiti condottieri avversi alla occupazione dell'Albania, ultima regione non conquistata dei Balcani.

La conquista turca dell'Albania portò ad una migrazione massiccia e duratura (circa tre secoli, dal XV sec. al XVIII sec.) di molte famiglie albanesi verso l'Italia, dove dettero origine a numerose colonie ancora oggi esistenti (vedi Arbëreshë).

Principi d'Albania[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Questa voce è parte della serie
Storia dell'Albania
Localizzazione dell'Albania
Voci principali