Pedro Luis de Borja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pedro Luis de Borgia)
Jump to navigation Jump to search

Pedro Luis de Borja (Xàtiva, 1432Civitavecchia, 26 settembre 1458), duca di Spoleto e marchese di Civitavecchia era fratello maggiore di Rodrigo Borgia e nipote del cardinale Alonso de Borja, che nel 1455 divenne papa Callisto III. Si chiamava Don Pedro Luis.

Stemma Borgia

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da non confondere con il cardinale Pedro Luis de Borja Llançol de Romaní (1472-1511) o Pier Luigi Borgia (1460-1491), figlio di Rodrigo Borgia.

Sebbene non fosse un prete ma un laico, subito dopo l'elevazione di suo zio al papato, fu incaricato di diversi uffici e onori. Nella primavera del 1456 fu nominato Capitano generale della Chiesa e castellano di Sant'Angelo, nell'autunno dello stesso anno papa lo fece governatore di Terni, Narni, Todi, Rieti, Orvieto, Spoleto, Foligno, Nocera, Assisi, Amelia, Civita Castellana e Nepi, e all'inizio del 1457 furono aggiunti i governatorati delle province del Patrimonio e della Toscana.[1] Allo stesso tempo, suo fratello maggiore Rodrigo Borgia fu creato cardinale diacono, comandante in capo delle truppe papali e vice cancelliere di Santa Romana Chiesa, mentre un altro parente Luis Juan del Mila y Borja fu elevato al cardinalato. Tali promozioni rapide di giovani parenti del papa spagnolo Callisto III furono criticate da molti cardinali più anziani (ad esempio Domenico Capranica) e incontrarono anche l'opposizione della popolazione romana piuttosto xenofoba.[2] In particolare la famiglia Orsini si oppose a Borgia. La loro inimicizia verso di loro aumentò quando Don Pedro Luis fu mandato a recuperare per la Chiesa alcune fortezze custodite dagli Orsini, e il 19 agosto 1457 fu nominato Prefetto di Roma in successione ad Antonio Orsini . [3] Per controbilanciare Orsini, Callisto III si schierò con la famiglia Colonna, oppositori degli Orsini, ma il piano del matrimonio di Don Pedro Luis con Colonna non era mai stato realizzato.[2]

Si diceva che papa Callisto III volesse farlo diventare imperatore di Costantinopoli, dopo il suo recupero dai turchi.[3]

Don Pedro Luis era odiato dai romani, come quasi tutti i parenti e gli alleati di Callisto III, chiamati "catalani" a causa della loro origine spagnola.[4] Il 6 agosto 1458, lo stesso giorno in cui morì suo zio papa, dovette scappare da Roma perché era scoppiata una rivolta aperta contro i "catalani". Morì lungo il tragitto verso Civitavecchia, lasciato da quasi tutti i suoi compagni, a soli 26 anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L. Pastor, p. 460.
  2. ^ a b L. Pastor, p. 461.
  3. ^ L. Pastor, p. 468.
  4. ^ L. Pastor, p. 463-465.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Gonfaloniere della Chiesa Successore Flag of the Papal States (pre 1808).svg
Francesco Sforza 14561458 Federico da Montefeltro
Predecessore Capitano generale della Chiesa Successore
Ludovico Trevisan 1458 Antonio Poccolomini
Predecessore Duca di Spoleto Successore
Guidantonio da Montefeltro 1456 - 1458 Franceschetto Cybo