Pedro Luis de Borja Llançol de Romaní

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pedro Luis de Borja Llançol de Romaní
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardenal Pedro Luis de Borja.jpg
Nato1472
Ordinato presbitero28 settembre 1500
Creato cardinale20 marzo 1500 da papa Alessandro VI
Pubblicato cardinale28 settembre 1500 da papa Alessandro VI
Deceduto4 ottobre 1511
 

Pedro Luis de Borja Llançol de Romaní (Valencia, 14724 ottobre 1511) è stato un cardinale spagnolo, pronipote di papa Alessandro VI.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Jofré de Borja Llançol, barone di Villalonga, e di Juana de Moncada, fu giovanissimo cavaliere dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme e cavaliere di Rodi.

Protetto della potente famiglia Borgia (che era assurta al soglio papale con papa Callisto nel 1455), presumibilmente originario di Valencia, fu creato cardinale diacono in pectore da papa Alessandro VI il 20 marzo 1500, ricevendo ufficialmente la porpora il 2 ottobre successivo (dopo la elevazione al concistoro del 28 settembre). Lo stesso anno fu anche nominato arcivescovo di Valencia.

Attraverso l'influenza di suo prozio, ricevette il titolo di governatore di Spoleto (10 agosto 1500), governatore di Bagnoregio, abate commendatario del monastero cistercense di Valdigna, e del monastero benedettino di San Simpliciano a Milano.

Dopo l'elezione di Giulio II, fu esiliato a Napoli. Morì il 4 ottobre 1511 sulla strada tra Napoli e Roma per una caduta da cavallo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]