Paradise Theatre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Paradise Theater)
Paradise Theatre
Artista Styx
Tipo album Studio
Pubblicazione gennaio 1981
pubblicato negli Stati Uniti
Durata 40 min. : 01 sec.
Dischi 1
Tracce 11
Genere Rock
Etichetta A&M Records (SP-3719)
Produttore Styx
Arrangiamenti Styx
Registrazione Oak Lawn al Pumpkin Studios
Formati LP
Certificazioni
Dischi d'argento Regno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 60 000+)
Dischi di platino Canada Canada[2]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[3]
(vendite: 3 000 000+)
Styx - cronologia
Album precedente
(1979)
Album successivo
(1983)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 4/5 stelle[4]
The New Rolling Stone Album Guide 2.5/5 stelle[5]
Sputnikmusic 3.6 (Great)[6]
Dizionario del Pop-Rock 2/5 stelle[7]

Paradise Theatre è il decimo album del gruppo musicale Styx, pubblicato nel gennaio del 1981[8] per l'etichetta discografica A&M Records.

L'album raggiunse la prima posizione (4 aprile 1981) della classifica statunitense Billboard 200[9], i brani contenuti nell'album e pubblicati come singoli entrati nella Chart Billboard Hot 100 furono: The Best of Times (terza in classifica), Too Much Time on My Hands (nono posto in classifica) e Nothing Ever Goes As Planned (cinquantaquattresima posizione in classifica)[10].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. A.D. 1928 – 1:07 (Dennis DeYoung)
  2. Rockin' the Paradise – 3:54 (Dennis DeYoung, James Young, Tommy Shaw)
  3. Too Much Time on My Hands – 4:31 (Tommy Shaw)
  4. Nothing Ever Goes As Planned – 4:46 (Dennis DeYoung)
  5. The Best of Times – 4:17 (Dennis DeYoung)
Lato B
  1. Lonely People – 4:38 (Dennis DeYoung)
  2. She Cares – 4:18 (Tommy Shaw)
  3. Snowblind – 4:58 (James Young, Dennis DeYoung)
  4. Half-Penny, Two-Penny – 4:34 (James Young)
  5. A.D. 1958 – 2:31 (Dennis DeYoung)
  6. State Street Sadie – 0:27 (Dennis DeYoung)

[11]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti aggiunti
Sezione strumenti a fiato (Hangalator Horn Section):

  • John Haynor, Mark Ohlsen, Bill Simpson, Mike Halpin, Dan Barber
  • Steve Eisen - sassofono solista

Note aggiuntive

  • Styx - produttori, arrangiamenti
  • Ed Tossing - arrangiamento strumenti a fiato
  • Sovraincisioni pianoforte effettuate al Universal Recording
  • Registrazioni e mixaggi effettuati al Pumpkin Studios di Oak Lawn, Illinois (Stati Uniti)
  • Gary Loizzo e Rob Kingsland - ingegneri delle registrazioni
  • Will Rascati - assistente ingegneri delle registrazioni
  • Masterizzato al Sterling Sound di New York da Ted Jensen
  • Derek Sutton - Management e direction
  • Chuck Beeson e Jeff Ayeroff - art direction e design album
  • Dennis DeYoung - concept Original Paradise Theater
  • Chris Opkins - illustrazione copertina album (per la Willardson & White, Inc.)
  • Greg Murry - fotografia a Tommy Shaw
  • Marc Hauser - fotografie a Dennis DeYoung e James Young
  • John Welzenbach - fotografie a John Panozzo e Chuck Panozzo[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. Digitare "Styx" in "Keywords", dunque premere "Search".
  2. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 25 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 25 febbraio 2016.
  4. ^ (EN) Eduardo Rivadavia, Paradise Theater (Paradise Theatre), su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 7 agosto 2017.
  5. ^ da The New Rolling Stone Album Guide di Nathan Brackett with David Hoard, pagina 789
  6. ^ [1]
  7. ^ da Dizionario del Pop-Rock di Enzo Gentile & Alberto Tonti, Ed. Baldini & Castoldi, pagina 954
  8. ^ [2]
  9. ^ [3]
  10. ^ [4]
  11. ^ Titoli, autori e durata brani, ricavati dalle note su vinile dell'album originale pubblicato nel 1980 dalla A&M Records, codice: SP-3719
  12. ^ Note di copertina di Paradise Theatre, Styx, A&M Records SP-3719, 1981.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock