Paolo Bonomi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Paolo Bonomi (disambigua).
Paolo Bonomi
Bonomi-costituente.jpg

Deputato dell'Assemblea Costituente
Collegio XX (Roma)
Incarichi parlamentari
  • Componente della Terza Commissione per l'esame dei disegni di legge
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I, II, III, IV, V, VI, VII, VIII Legislatura
Gruppo
parlamentare
DC
Collegio Roma
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Titolo di studio Diploma in agrimensura, laurea in scienze economiche e commerciali
Professione Presidente Confederazione coltivatori diretti, pubblicista

Paolo Bonomi (Romentino, 6 giugno 1910Roma, 23 febbraio 1985) è stato un politico italiano, della Democrazia Cristiana. Ha fondato e presieduto per anni la Coldiretti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia di agricoltori, conseguì la laurea in Economia e commercio e nel settembre del 1943 e fu nominato Commissario della Federazione Coltivatori Diretti. Il 30 ottobre 1944 fondò la Coldiretti, che ha presieduto fino al 1980. In seguito ne fu nominato presidente onorario.

Il 2 giugno 1946 venne eletto alla Assemblea costituente per la Democrazia Cristiana. Fu poi deputato dal 1948 fino al 1983, per otto legislature.

Riuscì a controllare tutti i consorzi agrari (solo Livorno espresse una maggioranza di sinistra) e a rilanciare la Federconsorzi, vista dagli estimatori come una grande impresa a vantaggio dell'agricoltura italiana e dai detrattori come in un centro assoluto di potere.[1]

Ettore Viola si fece carico di denunciare malversazioni nell'ambito della Coldiretti.

Incarichi alla Camera dei deputati[modifica | modifica wikitesto]

  • Vicepresidente della IX commissione (agricoltura e alimentazione) dal 15 giugno 1948 al 24 giugno 1953 (I Legislatura) e dal 1º luglio 1953 all'11 giugno 1958 (II Legislatura)
  • Componente e Vicepresidente della IX Commissione (Agricoltura e alimentazione) - I e II legislatura
  • Componente della Giunta per i trattati di commercio e la legislazione doganale - I e II legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 72: "Conversione in legge del decreto legge 21 giugno 1953, n. 452, che istituisce l'ammasso per contingente del frumento" - II legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 2814, per la ratifica dei trattati sul mercato comune e sull'Euratom - II legislatura
  • Componente della rappresentanza della Camera all'Assemblea unica delle Comunità europee - II legislatura
  • Componente della Commissione parlamentare consultiva per il parere sulla nuova tariffa generale dei dazi doganali - II e III legislatura
  • Componente della I Commissione (Affari costituzionali) - VIII legislatura
  • Componente della VIII Commissione (Istruzione e belle arti) - VIII legislatura
  • Componente della XI Commissione (Agricolture e foreste) - III, IV, V, VI, VII e VIII legislatura
  • Componente della XIV Commissione (Igiene e sanità pubblica) - VIII legislatura

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio Saltini, Federconsorzi: conquista democristiana e riforma mancata, Terra e vita n. 12, 20 marzo 1993. Idem, Federconsorzi: l'età degli ammassi e del "muro anticomunista", ibidem n. 14, 3 aprile 1993

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Commissione parlamentare di inchiesta sul dissesto della Federconsorzi, Relazione finale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4467151247947644270006 · SBN IT\ICCU\RAVV\053732