Nise da Silveira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nise da Silveira

Nise da Silveira (Maceió, 15 febbraio 1905Rio de Janeiro, 30 ottobre 1999) è stata una psichiatra, psicoanalista e psicologa brasiliana, allieva di Carl Jung.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Maceió nel 1905, in una famiglia benestante (il padre era giornalista al Jornal de Alagoas[1]), studia nell'esclusivo Colégio Santíssimo Sacramento[2].

Dal 1921 al 1926 studia medicina a Salvador de Bahia e si laurea, unica donna fra 157 uomini[1]. Decide quindi di dedicare la sua vita alla Psichiatria, manifestando tuttavia una ferma contrarietà alle forme aggressive di trattamento psichiatrico in uso all'epoca, come l'elettroshock, l'insulinoterapia e la lobotomia.[senza fonte]

Comincia, dopo il trasferimento a Rio de Janeiro, a lavorare nel Serviço de Assistência a Psicopatas e Profilaxia Mental nell'Ospedale della Praia Vermelha nel 1933. In questo periodo viene accusata da un'infermiera di possedere dei libri su Karl Marx, e in seguito incarcerata.

A metà degli anni trenta lavora in semiclandestinità, e approfondisce letture di Spinoza, pubblicando nel 1955 Cartas à Spinoza.

Nel 1952, fonda il Museu de Imagens do Inconsciente, a Rio de Janeiro. È un centro di studio e di ricerca per la conservazione delle opere prodotte dai pazienti ospitati nell'Istituto, considerandole come documenti utili ad aprire nuove possibilità per una migliore comprensione del mondo interiore della schizofrenia più radicata.

Qualche anno dopo, nel 1956, sviluppa un altro progetto innovativo per la psichiatria dell'epoca: la fondazione della Casa das Palmeiras, una clinica di riabilitazione per gravi pazienti psichiatrici. In questa struttura, i pazienti vengono trattati come esterni, come tappa per arrivare a reinserirsi completamente nella società[3].

(PT)

«A Casa das Palmeiras
è um pequeno território livre.»

(IT)

«La Casa das Palmeiras
è un piccolo territorio libero»

(Nise da Silveira)

Nise da Silveira può essere considerata una pioniera della terapia con gli animali, utile per il riadattamento sociale dei pazienti psichiatrici, in base alle teorie che ha esposto nell'opera Gatos, A Emoção de Lidar, pubblicata nel 1998.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni trenta si sposa col collega Mário Magalhães da Silveira, con il quale ha vissuto sino alla morte di lui, nel 1986.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • (PT) Nise da Silveira, Jung: vida e obra, Rio de Janeiro, José Álvaro, 1968.
  • (PT) Nise da Silveira, Imagens do inconsciente, Rio de Janeiro, Alhambra, 1981.
  • (PT) Nise da Silveira, Casa das Palmeiras. A emoção de lidar. Uma experiência em psiquiatria, Rio de Janeiro, Alhambra, 1986.
  • (PT) Nise da Silveira, O mundo das imagens, São Paulo, Ática, 1992.
  • (PT) Nise da Silveira, Brasil, COGEAE/PUC-SP, 1992.
  • (PT) Nise da Silveira, Cartas a Spinoza, Rio de Janeiro, Francisco Alves, 1995.
  • (PT) Nise da Silveira, Gatos, A Emoção de Lidar, Rio de Janeiro, Léo Christiano Editorial, 1998.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine del Rio Branco - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Rio Branco
«Ministério das Relações Exteriores»
— Brasilia, 1987
immagine del nastrino non ancora presente Prêmio Personalidade do Ano de 1992
— Associação Brasileira de Críticos de Arte, 1982
immagine del nastrino non ancora presente Medalha Chico Mendes
«Associação Tortura Nunca Mais»
— San Paolo, 1993
immagine del nastrino non ancora presente Ordem Nacional do Mérito Educativo
— Ministério da Educação e do Desporto, 1993

Post mortem[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Centro Psiquiátrico Nacional di Rio de Janeiro, oggi si chiama Instituto Municipal Nise da Silveira.
  • Il suo lavoro ha ispirato la creazione di musei, centri culturali ed istituti terapeutici, come:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (PT) Os 10 anos da morte de Nise da Silveira, su tj-al.jusbrasil.com.br. URL consultato il 17 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2014).
  2. ^ (PT) Colégio de freiras, francês e disciplina. No ponto de exame, ela recitou Le Cid, de Corneille (PDF) [collegamento interrotto], su portalliteral.terra.com.br. URL consultato il 17 maggio 2014.
  3. ^ (PT) Casa das Palmeiras, su casadaspalmeiras.blogspot.com. URL consultato il 17 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (PT) Fernando Portela Câmara, Vida e obra de Nise da Silveira, in Psychiatry On-line Brazil, 7 settembre 2002.
  • (PT) Fernando Portela Câmara, A contribuição de Nise da Silveira para a psicologia junguiana, in Psychiatry On-line Brazil, 9 marzo 2004.
  • (PT) Gullar Ferreira, Nise da Silveira: uma psiquiatra rebelde, 1996.
  • (PT) João A. Frayze-Pereira, Nise da Silveira: imagens do inconsciente entre psicologia, arte e política, in Estudos Avançados, vol. 17 n° 49, São Paulo, settembre/dicembre 2003.
  • (FR) Expérience d'art spontané chez des schizophrènes dans un service de therapeutique occupationelle (in collaborazione col Dr. Pierre Le Gallais, II Congresso Internazionale di Psichiatria a Zurigo), in Congress Report, vol. 4, 1957, pp. 380-386.
  • (EN) Philatelic Release, n. 1, Brasile, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN292948 · ISNI (EN0000 0000 0884 8218 · LCCN (ENn82047312 · GND (DE1035042304 · BNF (FRcb150376224 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n82047312