Nino Cassani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scultura di Nino Cassani nello studio dell'artista. Foto di Paolo Monti (Fondo Paolo Monti, BEIC)

Nino Cassani (Viggiù, 15 maggio 1930Milano, 11 dicembre 2017) è stato uno scultore e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Viggiù nel 1930. Compie gli studi all'Accademia di Brera di Milano e inizia l'attività artistica nel 1955 presentando sculture figurative realizzate in pietra, materiale che predilige perché congeniale al suo modo di scolpire e arrivando poi alle "trasformazioni" del 1958-9. Dal 1960 con le "pietre vive" ricerca nella pietra maggiori possibilità espressive, amplificandole poi nei "rotanti" e nelle "strutture circolari" dove prevale l'idea del movimento. Dal 1961 molte sono le mostre personali in Italia e all'estero.

Partecipa inoltre alle principali rassegne nazionali ed internazionali: Biennale di Venezia (1962), Biennale di Parigi (1963) dove ottiene il premio Rodin, Biennale Internazionale di scultura di Carrara (1962-1965-1967-1969-1973), Quadriennale di Roma (1965), Biennale di Anversa (1965); Mostra itinerante del bronzetto italiano contemporaneo nel 1971 a Budapest, Buenos Aires, Montevideo, Rio de Janeiro, Sao Paulo; nel 1972 a Città del Messico, Tokio, Osaka, Hahone; nel 1974 a Hong Kong.

Doppio rotante - parco di Villa Borromeo - Viggiù

Espone a Padova in occasione del Concorso internazionale del bronzetto Palazzo della Ragione (1959-1961-1963-1965-1967-1971) e a Milano Museo Poldi Pezzoli, in occasione della mostra "Milano 70/70, un secolo di arte a Milano" (1970). Nel 1972 il Museo Middelheim di Anversa dedica un'ampia rassegna alle sue opere. Partecipa alla Triennale europea di scultura - Parigi - Palais Royal (1978), alla Biennale Nazionale Città di Milano - Palazzo della Permanente (1974-1984-1993-1995), alla mostra "Scultura a Varese dal Verismo ad oggi" - Varese-Castello di Masnago (1994), a "Due secoli di scultura: la città di Brera" Milano, - Accademia di Belle Arti (1995), a "Linea della scultura a Padova" Musei Civici di Padova (1996), a "Naturarte" -Castello Morando Bolognini di Sant'Angelo Lodigiano (2003-2005-2007), ad "Arte oggi a Varese" Maccagno - Museo Parisi Valle (2008).

È stato titolare della cattedra di scultura all'Accademia di Venezia (1977-1981), all'Accademia Albertina di Torino (1982-1989), all'Accademia di Brera di Milano (1990-1995). Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all'estero. Viveva e lavorava a Milano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Kaisserlian "Benevelli Bodini Cassani Marchese - giovane scultura milanese" 1960
  • Art Fence - L'arte salva l'arte. 99 opere di artisti di Brera - Rotonda della Besana, Di Baio Editore, a cura di Giuseppe Maria Jonghi Lavarini e Gjlla Giani - 1992

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN120570281 · ISNI (EN0000 0000 7864 1933 · LCCN (ENno2010064926 · GND (DE121296431 · BNF (FRcb149713103 (data) · BAV ADV12194956