Neuhardenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Neuhardenberg
comune
Neuhardenberg – Stemma
Neuhardenberg – Veduta
La chiesa (Schinkelkirche)
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of Brandenburg.svg Brandeburgo
DistrettoNon presente
CircondarioMärkisch-Oderland
Territorio
Coordinate52°36′N 14°15′E / 52.6°N 14.25°E52.6; 14.25 (Neuhardenberg)Coordinate: 52°36′N 14°15′E / 52.6°N 14.25°E52.6; 14.25 (Neuhardenberg)
Altitudine12 m s.l.m.
Superficie77,94 km²
Abitanti2 451[1] (31-12-2012)
Densità31,45 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale15320
Prefisso(+49) 033476
Fuso orarioUTC+1
Codice Destatis12 0 64 340
TargaMOL
Comunità amministrativaAmt Neuhardenberg
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Neuhardenberg
Neuhardenberg
Neuhardenberg – Mappa
Localizzazione del comune di Neuhardenberg nel circondario del Märkisch-Oderland
Sito istituzionale

Neuhardenberg (fino al 1814 Quilitz; dal 1946 al 1990 Marxwalde) è un comune di 2 451 abitanti del Brandeburgo, in Germania.

Appartiene al circondario del Märkisch-Oderland ed è capoluogo dell’Amt Neuhardenberg.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese, originariamente denominato «Quilitz», venne citato in un documento per la prima volta nel 1348.[2]

Il paese venne semidistrutto da un grande incendio nel 1801, e ricostruito due anni dopo secondo un piano urbanistico elaborato da Karl Friedrich Schinkel.[2][3]

Il castello

Nel 1814 l’intero paese divenne proprietà del cancelliere Hardenberg, che decise di ribattezzarlo con il nome di «Neuhardenberg» (letteralmente: «Hardenberg nuova»).[2] Nei decenni successivi, grazie agli interventi della famiglia Hardenberg, il paese si trasformò in un centro importante di produzione agricola.[3]

Nell’autunno 1945, la riforma agraria introdotta dall’occupante sovietico portò all’esproprio forzato delle proprietà terriere della famiglia Hardenberg.[3]

Nel 1949, alla fondazione della Repubblica Democratica Tedesca, alcuni comunisti del luogo presero l’iniziativa di cambiare nome al paese, intendendo cancellare il ricordo dell’antica aristocrazia terriera: il nuovo nome prescelto fu «Marxwalde» («Boschi di Marx»), in onore del filosofo fondatore del movimento comunista.[4]

Il 1º gennaio 1990, al termine del regime comunista nella RDT, Marxwalde riprese la denominazione precedente di «Neuhardenberg».[5]

Nel 2003 venne aggregato al comune di Neuhardenberg il soppresso comune di Quappendorf.[6]

Monumenti e luoghi d’interesse[modifica | modifica wikitesto]

Castello (Schloss
Costruito nel 1763 come dimora padronale di campagna, fu ampliato in stile neoclassico da Karl Friedrich Schinkel a partire dal 1820; il parco (Schlosspark) fu disegnato nel 1821 dal paesaggista Peter Joseph Lenné.[2][3]
Chiesa (Dorfkirche
Eretta dal 1814 al 1817 in stile neoclassico su progetto di Karl Friedrich Schinkel; ad essa è annesso un mausoleo (1823) della famiglia Hardenberg.[2][3]
Monumento a Federico II 
Risalente al 1792, fu scolpito da Giuseppe Martini seguendo un progetto di Johann Wilhelm Meil.[2]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Neuhardenberg comprende le frazioni (Ortsteil) di Altfriedland, Quappendorf e Wulkow, le località abitate (Bewohnter Gemeindeteil) di Altfriedland, Bärwinkel, Gottesgabe, Karlsdorf, Neufeld, Neufriedland, Neuhardenberg, Quappendorf e Wulkow, e i nuclei abitati (Wohnplatz) di Koppel, Lupinenhof e Schlaanhof.[7]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Neuhardenberg è gemellato con:[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bevölkerung im Land Brandenburg nach amtsfreien Gemeinden, Ämtern und Gemeinden 31. Dezember 2012 (XLS-Datei; 83 KB) (Einwohnerzahlen auf Grundlage des Zensus 2011)
  2. ^ a b c d e f (DE) Ingrid Halbach, Matthias Rambow, Horst Büttner e Peter Rätzel, Architekturführer DDR. Bezirk Frankfurt (Oder), Berlino (Est), VEB Verlag für Bauwesen, 1987, p. 111, ISBN 3-345-00146-2.
  3. ^ a b c d e (DE) Luta Heydick, Günther Hoppe, Jürgen John (a cura di), Historischer Führer. Stätten und Denkmale der Geschichte in den Bezirken Potsdam, Frankfurt (Oder), 1ª ed., Lipsia, Jena, Berlino (Est), Urania-Verlag, 1987, p. 326, ISBN 3-332-00089-6.
  4. ^ (DE) Jeanette Bederke, »Marxwalde« feiert Karl Marx, in Neues Deutschland, 17 aprile 2018.
  5. ^ (DE) Gebietsänderungen vom 01.01. bis 31.12.1990, su destatis.de.
  6. ^ (DE) Fünftes Gesetz zur landesweiten Gemeindegebietsreform betreffend die Landkreise Barnim, Märkisch-Oderland, Oberhavel, Ostprignitz-Ruppin, Prignitz, Uckermark, Kapitel 1, Abschnitt 2, § 10, su bravors.brandenburg.de.
  7. ^ (DE) Gemeinde Neuhardenberg, su service.brandenburg.de.
  8. ^ (DE) Partnerstädt und -gemeinden, su amt-neuhardenberg.de.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130340722 · LCCN (ENn94081131 · GND (DE4310658-4
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania