Moto orbitale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Due esempi di moto orbitale: moto di un pianeta attorno al Sole (a sinistra, secondo le Leggi di Keplero) e degli elettroni attorno al nucleo atomico (a destra, secondo il modello atomico di Bohr).

In fisica il moto orbitale è sia il moto di un corpo celeste intorno al corpo padre[1], sia il moto di un elettrone intorno al nucleo di un atomo secondo il modello atomico di Bohr.

A causa di tale analogia, tale modello, che rappresenta gli elettroni come particelle orbitanti attorno al nucleo atomico, viene anche detto "modello planetario".

Sia nel caso del moto dei pianeti sia nel caso del moto degli elettroni, il moto orbitale è caratterizzato dalla presenza di una forza centripeta che attrae il corpo orbitante verso il corpo centrale.[2] L'energia cinetica posseduta dal corpo orbitante garantisce la stabilità dell'orbita. A parità di altri parametri, all'aumentare della velocità del corpo orbitante, aumenta la distanza media tra i due corpi. Per un valore di velocità nullo, la distanza tra i due corpi è nulla (cioè collidono a causa delle forza di interazione).

In ogni momento la velocità è tangenziale all'orbita e il vettore che la rappresenta può essere composto in una componente radiale ed una ortogonale ad essa. Nel caso di un'orbita circolare la componente radiale è costantemente nulla, mentre in un'orbita ellittica oscilla in intensità e direzione.

Perturbazioni indotte sulla velocità del corpo orbitante spingono il corpo verso una nuova orbita. Qualora la componente radiale superi un certo valore, chiamato velocità di fuga, il corpo orbitante si allontana indefinitamente dal corpo centrale.

In meccanica quantistica il moto orbitale contribuisce al momento angolare, ma ci sono anche altri contributi, come il contributo di spin.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ad esempio di un pianeta attorno al sole, o di una luna attorno ad un pianeta.
  2. ^ Nel caso dei pianeti è la forza gravitazionale, nel caso dell'atomo la forza elettromagnetica.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]