Morbio Inferiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morbio Inferiore
comune
Morbio Inferiore – Stemma
Morbio Inferiore – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Flag of Canton of Tessin.svg Ticino
Distretto Mendrisio
Amministrazione
Sindaco Claudia Canova (PPD)
Lingue ufficiali italiano
Territorio
Coordinate 45°51′15″N 9°01′00″E / 45.854167°N 9.016667°E45.854167; 9.016667 (Morbio Inferiore)Coordinate: 45°51′15″N 9°01′00″E / 45.854167°N 9.016667°E45.854167; 9.016667 (Morbio Inferiore)
Altitudine 342 m s.l.m.
Superficie 2,32 km²
Abitanti 4 597 (2016)
Densità 1 981,47 ab./km²
Comuni confinanti Balerna, Breggia, Castel San Pietro, Chiasso, Vacallo
Altre informazioni
Cod. postale 6834
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5257
Targa TI
Nome abitanti morbiensi
Circolo Balerna
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Morbio Inferiore
Morbio Inferiore
Morbio Inferiore – Mappa
Sito istituzionale

Morbio Inferiore (in dialetto comasco Mòrbi da Sòtt[senza fonte]) è un comune svizzero di 2 016 abitanti del Canton Ticino, nel distretto di Mendrisio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'insediamento ha origini romane, testimoniate dalla villa le cui fondamenta furono trovate[1] nel 1920[senza fonte]. Successivamente vi si stabilì la famiglia De Castello, che costruì una fortezza citata per la prima volta nel 1198[1] e poi nel 1206 e nel 1209[2].

Altra vicenda rilevante per la storia locale fu l'occupazione[da parte di chi?] subita l'8 luglio 1943, dopo i fatti del Bisbino[3].

Nel novembre del 2004 i sindaci di Vacallo, Chiasso e Morbio Inferiore lanciarono l'idea di creare un unico comune, tramite la sottoscrizione di una dichiarazione d'intesa, ma il progetto fu respinto a grande maggioranza da una votazione popolare[senza fonte].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

La scuola media con la scultura Gigante sotterrato
Gli edifici a blocchi in via Pascuritt

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Morbio Inferiore[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Persone legate a Morbio Inferiore
  • Agostino Silva (Morbio Inferiore, 11 novembre 1628 – Morbio Inferiore, 6 febbraio 1706) – scultore svizzero.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Stefania Bianchi, Morbio Inferiore, in Dizionario storico della Svizzera, 28 maggio 2008. URL consultato il 18 novembre 2017.
  2. ^ Gilardoni, 1967, p. 435.
  3. ^ Motta, 1991, p. 61.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Bianchi, Gli artisti ticinesi. Dizionario biografico, Libreria Bianchi, Lugano 1900.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 435-436, 475, 576.
  • Giuseppe Martinola (a cura di), Invito al Mendrisiotto, Lions Club del Mendrisiotto, Bellinzona 1965, 47-50; Idem, Inventario d'arte del Mendrisiotto, I, Edizioni dello Stato, Bellinzona 1975, 350-381, 490-497.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 376-379.
  • Emilio Motta, Effemeridi ticinesi, ristampa Edizioni Metà Luna, Giubiasco 1991.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 470-473.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN123135888 · GND: (DE4588871-1
Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino