Momo (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Vai da Momo che ti passa! »
(da Momo)
Momo
Titolo originale Momo
Autore Michael Ende
1ª ed. originale 1973
Genere romanzo
Lingua originale tedesco
Protagonisti Momo
Antagonisti Signori grigi
Altri personaggi Cassiopea, Mastro Hora, cittadini e amici di Momo
Momo, scultura di Ulrike Enders in piazza Michael Ende ad Hannover.

Momo è un romanzo di genere fantastico dello scrittore tedesco Michael Ende pubblicato nel 1973.

Si tratta dell'opera più famosa di Ende dopo La storia infinita ed è stato oggetto di due trasposizioni per il grande schermo: un film nel 1986 e un lungometraggio a cartoni animati nel 2001.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Vicino ad una città senza nome (ma apparentemente italiana, secondo i nomi dei personaggi), vi sono i resti di un piccolo ed antico anfiteatro, simbolo in passato di arte e divertimento.

Tema principale[modifica | modifica wikitesto]

Il tema centrale del romanzo è quello del tempo e del modo in cui esso viene impiegato nella società occidentale moderna. Attraverso un simbolismo fantastico e immaginario, esso porta una feroce critica al consumismo e alla frenesia del vivere moderno, che nel suo progresso tecnologico e produttivo perde completamente di vista l'obiettivo della felicità delle persone e della qualità della vita. Il tempo rubato dagli uomini grigi agli abitanti della città è un'evidente metafora dei piaceri che si ricavano dall'assaporare, nell'attimo, le piccole cose belle della vita.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Trasposizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni di Momo in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.

Controllo di autorità VIAF: (EN195153184 · GND: (DE4279581-3
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura