Mio zio d'America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mio zio d'America
Mio zio d'Amеrica.png
Una scena del film
Titolo originaleMon oncle d'Amérique
Lingua originaleFrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno1980
Durata125 min
Rapporto1,37: 1
Generedrammatico
RegiaAlain Resnais
SceneggiaturaJean Gruault e Henri Laborit
ProduttorePhilippe Dussart
MusicheArié Dzierlatka
CostumiCatherine Leterrier
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Mio zio d'America (Mon oncle d'Amérique) è un film del 1980 diretto da Alain Resnais, vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria al 33º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Le vite di tre personaggi, un'attrice, un uomo importante e un fanatico religioso con famiglia e lavoro tradizionale messo in crisi dalla globalizzazione, sotto forma di apologo etico-scientifico.

I personaggi e i loro affetti e contatti si muovono secondo la teoria di Henri Laborit, simile a quella religiosa del libero arbitrio, o della mancanza di essi. Secondo il suo Elogio della Fuga, infatti, l'uomo, quando non ben consapevole di sé stesso, viene portato alle seguenti reazioni: fuga, inibizione o somatizzazione e aggressività.

Il tutto con colpi di scena sentimentali, sociali e d'interesse umano.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Alla pellicola prende parte anche lo stesso Henri Laborit, scienziato di fama e sintetizzatore dei primi tranquillanti, in un cameo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1980, festival-cannes.fr. URL consultato il 20 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema