Mille e una luce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mille e una luce
PaeseItalia
Anno1978
Generevarietà
Durata12 puntate
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreClaudio Lippi, Luciano De Crescenzo, Ines Pellegrini,
RegiaPiero Turchetti
Rete televisivaRete 1

Mille e una luce era un programma televisivo di varietà e giochi trasmesso nell'estate del 1978 su RaiUno. Gli autori erano Luciano Gigante e Adolfo Perani, mentre la regia era di Piero Turchetti e la direzione musicale di Renato Serio. Il programma era condotto da Claudio Lippi, Luciano De Crescenzo e Ines Pellegrini. In ogni puntata del programma si confrontavano in una partita a dama squadre di concorrenti appartenenti a paesi di diverse regioni italiane. Grazie ad un accordo tra la RAI e l'ENEL, i telespettatori potevano votare i concorrenti preferiti accendendo e spegnendo le luci di casa a richiesta del conduttore, che così poteva dare subito il risultato della votazione. Mille e una luce è stata in pratica la prima trasmissione televisiva interattiva in Italia[1]. Il programma aveva anche una parte musicale, grazie all'intervento di cantanti in qualità di ospiti; tra gli artisti intervenuti vi furono Anna Oxa, Marcella Bella, Umberto Balsamo e gli Alunni del Sole. La sigla finale della trasmissione era la canzone Ancora ancora ancora, cantata da Mina; il filmato che presentava la sigla, girato alla Bussoladomani di Marina di Pietrasanta, fu per 23 anni l'ultima apparizione televisiva della cantante [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Archivio RAI

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione