Milan Rastislav Štefánik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Milan Rastislav Štefánik

Milan Rastislav Štefánik (Košariská, 21 luglio 1880Ivanka pri Dunaji, 4 maggio 1919) è stato un politico slovacco, uno degli artefici - sul piano sia militare sia diplomatico - della Cecoslovacchia indipendente nel 1918. Figura poliedrica fu, oltre che diplomatico e generale dell'esercito francese, astronomo, Ministro della guerra e umanista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Insieme a Masaryk è considerato uno dei padri fondatori della Cecoslovacchia. In contatto con gli ambienti diplomatici francesi organizzò in Francia le legioni straniere formate da cechi e slovacchi che combatterono per l'indipendenza dall'Austria-Ungheria. Morì mentre ricopriva la carica di Ministro della Guerra della Repubblica Cecoslovacca precipitando a bordo di un Caproni Ca.33 presso il villaggio di Ivanka pri Dunaji vicino a Bratislava in un volo che lo riportava da Udine a Praga. Nell'incidente, oltre allo Štefánik, rimasero uccisi il tenente pilota Marinelli, un sergente pilota e il motorista dell'apparecchio.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Alla sua memoria sono stati intitolati l'Osservatorio astronomico di Praga, l'Aeroporto di Bratislava e l'asteroide 3571 Milanštefánik [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Una catastrofe aviatoria. Il ministro della Guera czeco-slovacco tra le vittime, in La Stampa (Torino), http://www.archiviolastampa.it, 6 maggio 1919.
  2. ^ (EN) M.P.C. 25976 del 7 novembre 1995

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN24651925 · LCCN: (ENn82053175 · ISNI: (EN0000 0001 0879 5889 · GND: (DE119070847 · BNF: (FRcb12218549n (data)