Melo Freni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carmelo Freni, detto Melo (Barcellona Pozzo di Gotto, 19 luglio 1934), è un giornalista, scrittore e regista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto in Sicilia, fra la provincia di Messina e Palermo, si laureò in giurisprudenza nel capoluogo siciliano.

Dopo aver esercitato la professione forense per un breve periodo, entrò alla RAI come giornalista, prima alla redazione di Palermo e quindi a Roma presso la redazione del TG1[1].

Nel periodo trascorso in RAI si è occupato soprattutto di cultura, visti tra l'altro i suoi interessi nel campo della letteratura e del cinema.

Egli ha saputo affiancare alla sua professione di giornalista, anche quella di scrittore di romanzi, saggi e testi teatrali e quella di regista cinematografico e teatrale[1][2][3].

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Il senso delle cose, 1965
  • La famiglia Ceravolo, romanzo, (Rusconi, 1980?)
  • Marta d'Elicona, Editori Riuniti, 1987
  • Verso la vacanza. La morte di Sciascia, Pungitopo, 1990
  • Le calde stagioni, Pellicanolibri, 1991
  • Il giardino di Hamdis, Palermo, Sellerio Editore, 1992
  • Un amore a Spoleto, Pellicanolibri, 1993
  • La valle della luna, La Spiga, 1994
  • La favola del paese cambiato, SEI, 1995
  • Dopo l'allegria. Poesie 1983-2000[4], Passigli, 2000
  • Marta d'Elicona - Il divano[5], Palermo, Sellerio Editore, 2000
  • Al limite della ragione - Dalla Sicilia senza ironie, RAI-ERI, 2003
  • Le mie Eolie, Siciliano, 2004
  • Severino e il cardinale, Sciascia Editore, 2006
  • Le stanze dell'attesa, Viennepierre, 2007
  • Caro Luigi - Lettere dalla Sicilia, (con Luigi Lombardi Satriani) Pellegrini Editore, 2009
  • Sulle tracce del giorno - Un giallo in Sicilia, Agra, 2009
  • Leggere "Il Gattopardo", Dario Flaccovio Editore, 2009. ISBN 978-88-7758-892-0

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • La famiglia Ceravolo, film TV, 1985

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Da dentrosalerno.it
  2. ^ Da Taorminarte.it
  3. ^ Da Gazzetta del Sud
  4. ^ Melo Freni vince il Premio Sabaudia dal Corriere della Sera del 31 ottobre 2001
  5. ^ Dal Corriere della Sera del 3 aprile 2001

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 66596651 LCCN: n80060799