Mario Vellani Marchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Rossina merlettaia, 1957 (Fondazione Cariplo)

Mario Vellani Marchi (Modena, 1895Milano, 1979) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Modena nel 1895, vi studia nella locale Accademia di Belle Arti dove è allievo di Giuseppe Graziosi e di Pio Semeghini.
Prende parte come ufficiale alla Prima guerra mondiale.

Nel 1924 è invitato a partecipare alla Biennale di Venezia; negli anni successivi tornerà a prendervi parte in altre undici edizioni.
Si trasferisce a Milano nel 1925; conosce Orio Vergani e Riccardo Bacchelli ed è tra i fondatori del cenacolo artistico di via Bagutta.

È fra i pittori che l'imprenditore Giuseppe Verzocchi contatta per la sua raccolta di opere sul tema del lavoro: tra il 1949 e il 1950, Vellani Marchi realizza le Piccole merlettaie buranelle (1949-1950), quadro che, insieme all'Autoritratto, è oggi conservato nella Collezione Verzocchi, presso la Pinacoteca Civica di Forlì.

È chiamato ad insegnare all'ISIA, l'innovativa scuola d'arte avviata pochi anni prima a Monza.

Collabora a varie riviste: La Fiera Letteraria, La Lettura e L'illustrazione italiana. Crea anche costumi e allestimenti scenografici per il Teatro alla Scala.

Muore a Milano nel 1979.

La poetica[modifica | modifica wikitesto]

Procedendo da un'impostazione classica perviene ad un modo espressivo più poetico e personale, motivato dalla vicinanza con la cosiddetta "Scuola di Burano" e l'amico veneziano Carlo Dalla Zorza.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5730014 · ISNI (EN0000 0001 0865 9385 · SBN IT\ICCU\MUSV\066785 · LCCN (ENn84020340 · GND (DE118918656 · ULAN (EN500062345 · BAV ADV11521094