Marianna Li Calzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marianna Li Calzi
Marianna Li Calzi.jpg

Sottosegretario di Stato del Ministero dell'interno
Durata mandato 10 maggio 1994 –
17 gennaio 1995
Presidente Silvio Berlusconi
Predecessore Antonino Murmura
Successore Fabrizio Abbate

Sottosegretario di Stato del Ministero della giustizia
Durata mandato 21 ottobre 1998 –
11 giugno 2001
Presidente Massimo D'Alema
Giuliano Amato
Predecessore Antonino Mirone
Successore Michele Vietti

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XII-XIII
Gruppo
parlamentare
FI-Rinnovamento-Udeur
Circoscrizione Campania 1 (XII); Puglia (XIII)
Incarichi parlamentari
  • Sottosegretario all'Interno governo Berlusconi I
  • Componente Commissione parlamentare Antimafia
  • Sottosegretario alla Giustizia governo D'Alema I e II
  • Sottosegretario alla Giustizia governo Amato
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (1994-1997)
Rinnovamento Italiano (1997-1999)
Udeur (1999-2001)
Titolo di studio laurea in Giurisprudenza
Professione magistrato

Marianna Li Calzi (Campobello di Licata, 21 marzo 1949) è un magistrato e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in Giurisprudenza, è magistrato dal 1976 come Pretore di Canicattì, poi alla corte d'appello di Palermo e poi di Caltanissetta, fino al 1994.

Eletta alla Camera nel 1994 nel proporzionale nella lista di Forza Italia, nel collegio Campania 1. È sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno nel Governo Berlusconi.

Rieletta nel 1996 alla Camera, ma in Puglia, lascia nel 1997 il centro destra per aderire a Rinnovamento Italiano e diviene nel 1998 con il centrosinistra Sottosegretario alla Giustizia nel governo D'Alema, e poi nel governo Amato[1].

Nel 1999 passa all'Udeur di Mastella[2]. Non rieletta nel 2001, torna in magistratura. Nel 2007 si dimette dalla magistratura.

Nel 2008 è capolista al Senato, circoscrizione Lazio, del Mpa ma non è eletta. Un mese dopo è designata dal neo presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo quale rappresentante della Regione nel Consiglio di amministrazione di Unicredit group fino al 2015[3], e successivamente è presidente dell'organismo di vigilanza. È anche vicepresidente di Credifarma[4].

Dal 2011 è membro del Consiglio di Amministrazione di Civita Sicilia srl.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Questione giustizia oggi: referendum o iniziativa legislativa? Atti dell'incontro dibattito, 23-24 gennaio 1987, a cura di Marianna Li Calzi, 1988, Istituto Gramsci Siciliano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]