Marianella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marianella
Chiesa di San Giovanni Battista Marianella.jpg
Stato Italia Italia
Regione Campania Campania
Città CoA Città di Napoli.svg Napoli
Circoscrizione VIII Municipalità
Codice postale 80145
Superficie 5,79 km²
Abitanti 13 000 ab.
Densità 2 245,25 ab./km²

Coordinate: 40°50′N 14°19′E / 40.833333°N 14.316667°E40.833333; 14.316667

Marianella è un quartiere del comune di Napoli[1], ha fatto parte del comune di Chiaiano e Uniti soppresso durante il regime fascista con le leggi del 15 novembre 1925 e del 3 giugno 1926.[2]

Marianella è situata nell'area nord della città, con suoi tredicimila abitanti, è una delle zone relativamente meno congestionate di Napoli. Confina a nord col quartiere Piscinola (nella quale è integrata), ad est col quartiere Miano, a sud col quartiere San Carlo all'Arena ed a ovest col quartiere Chiaiano. Appartiene all'ottava municipalità che comprende Piscinola, Chiaiano e Scampia.

Circa l'origine del nome, le notizie sono assenti, è citato come uno dei casalia regis nella seconda cedolare angioina. Forse deriva da Marillenellum, tre nomi semplici e cioè: Maria ille nellum, luogo nuovo (dedicato) a Maria. Franco De Arcangelis sostiene invece che derivi da un'antica famiglia, i Marinellum, risalente ai tempi di Carlo d'Angiò.

Tristemente Marianella è ricordata per l'agguato di camorra dell'ottobre 2012 che coinvolse il giovane Lino Romano totalmente estraneo alla vita camorristica. In quel periodo ci sono stati 3 morti in 7 giorni nel quartiere dove solo grazie all'intervento delle istituzioni e forze dell'ordine si è evitato il peggio.

Anche a Marianella sono presenti fenomeni di disagio legati ad un livello di disoccupazione non indifferente e ad uno scarso sviluppo della rete infrastrutturale, specialmente nell'ambito del trasporto pubblico, che ne limitano le prospettive di sviluppo.

Sono partiti dei progetti di recupero urbanistico che, unitamente ad alcuni tentativi in ambito culturale, rappresentano segnali di un rinnovato interesse da parte delle istituzioni locali.

A Marianella, il maestro Enzo Avitabile, spinto dalla devozione per Sant'Alfonso e dall'amore per la terra, ha donato una sua creazione: IL BORGO ALFONSIANO

Con la collaborazione di due eccellenti writers,Cyop e Kaf, il maestro Avitabile ha fatto realizzare 11 meravigliosi graffiti sul muro di cinta del giardino dove era solito pregare il Santo Alfonso Maria dei Liguori.

Si tratta di opere d'arte che vogliono raccontare in chiave moderna, la vita di Sant'Alfonso, la Sua Opera, la Sua attività.

Marianella infatti è soprattutto nota per essere sede della casa natia di Sant'Alfonso Maria de' Liguori, protettore del luogo ed uno dei più importanti avvocati che si ebbero a cavallo del 1600 e 1700;

Il fondatore dei Redentoristi, Maestro di Sapienza e Dottore della Chiesa, nacque a Marianella, Napoli, il 27 Settembre del 1696, primogenito di Don Giuseppe de' Liguori, capitano delle galere reali, e di Anna Cavalieri, dei marchesi d'Avernia.

La casa natia e la cappella della congregazione da lui fondata, la Congregazione del Santissimo Redentore, attirano ogni anno discrete quantità di fedeli.

L'anno 2013, in occasione della festa patronale in onore di Sant'Alfonso, il maestro Enzo Avitabile ha tenuto un concerto devozionale che ha radunato 7000 persone

Marianella è felicemente rappresentata nel cinema. Il premio Oscar Jonathan Demme,nel film Documentario MUSIC LIFE, nel raccontare la storia artistica del musicista Enzo Avitabile, attraversa con la sua cinepresa le strade, gli ambienti d'infanzia del cantante, nato e cresciuto nel quartiere di Marianella.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il quartiere è servito dalla fermata di Chiaiano-Marianella della metropolitana di Napoli (Linea 1) e dalle autolinee ANM.

Fra il 1900 e il 1960 il collegamento con il centro era svolto mediante le cosiddette tranvie di Capodimonte.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1997 il Napoli ha posseduto un centro sportivo nel quartiere in zona Frullone dove si allenava la squadra. Dopo il fallimento della squadra nel 2004 il campo è stato usato come sede dallo Neapolis Mugnano fino a giugno del 2011, la struttura è in uno stato di degrado assoluto e nulla si è fatto per renderla efficiente.

Il quartiere ha ospitato per alcuni anni le partite della squadra di calcio a 5 "Marianella 3 Soccer" nata dal nulla, la squadra fondata nel 2005, ha militato per anni nei campionati regionali, al primo anno di fondazione la compagine napoletana è stata promossa in serie C2, dopo aver militato per 3 anni in C2 nel 2009 è stata promossa in C1, ed è proprio in questa categoria si hanno le più grosse soddisfazioni, al primo anno (2010) la squadra arriva ai playoff perdendo le finali, ma l'anno successivo la squadra ha stravinto il campionato ed è stata promossa in serie B (Nazionale), alla vigilia dei calendari la società ha venduto il proprio titolo per mancanza di fondi e sponsor facendo perdere le speranze di un quartiere disagiato negando di fatto il sogno della squadra in serie B.

Persone legate a Marianella[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Napoli Portale Napoli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Napoli