Marco Barbini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Barbini
Dati biografici
Paese Italia Italia
Altezza 191 cm
Peso 101 kg
Familiari Gianfranco Barbini (padre)
Matteo Barbini (fratello)
Martina Barbini (sorella)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Terza linea ala
Ritirato 2021
Carriera
Attività di club[1]
2010-12Petrarca24 (30)
2012-14Mogliano33 (10)
Attività in franchise
2014-21Benetton82 (15)
Attività da giocatore internazionale
2015-19Italia Italia3 (0)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 7 ottobre 2021

Marco Barbini (Padova, 16 ottobre 1990) è un ex rugbista a 15 italiano, in carriera terza linea ala tre volte internazionale per l'Italia nel 2015 e nel 2019.

Giocatore per Petrarca e Mogliano nel campionato italiano e per il Benetton in Pro14, nel 2010-11 e 2012-13 si è aggiudicato gli scudetti con entrambi i club, mentre nel 2020-21 ha vinto la Rainbow Cup con Treviso.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Padova, crebbe in una famiglia di rugbisti internazionali: il padre Gianfranco, il fratello Matteo e la sorella Martina, furono tutti tesserati con il Petrarca e rappresentanti l'Italia a livello internazionale con le rispettive nazionali maggiori.

Marco giunse al Benetton dopo quattro stagioni in Eccellenza[1], la prima divisione del campionato italiano di rugby, durante le quali si aggiudicò due scudetti: uno con il Petrarca nel 2010-11, la propria squadra d'origine, e l'altro con Mogliano nel 2012-13; al termine della stagione 2010-2011 ebbe anche il riconoscimento individuale di Most Valuable Player del campionato italiano[2].

Già nazionale Under-20 nel Sei Nazioni di categoria e nazionale Emergenti nella Nations Cup 2012, fu chiamato in nazionale maggiore dal C.T. Jacques Brunel per il Sei Nazioni 2015, in cui debuttò il 7 febbraio contro l'Irlanda come subentro ad Alessandro Zanni.

Nel febbraio 2019 rinnovò l'impegno con il Benetton fino a tutta la stagione 2020-21[3]. Dopo la vittoria della Rainbow Cup, nell'estate 2021 annunciò il ritiro dal rugby giocato[4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia di bronzo al valore atletico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di bronzo al valore atletico
«Campione italiano (brevetto 30514)»
— 2011
Medaglia di bronzo al valore atletico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di bronzo al valore atletico
«Campione italiano (brevetto 32336)»
— 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Colpo di mercato del Benetton Rugby: arriva il terza linea Marco Barbini, in Treviso Today, 25 giugno 2014. URL consultato il 9 aprile 2019.
  2. ^ a b Eccellenza, è Marco Barbini (Petrarca) l’MVP 2010/2011, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 31 maggio 2011. URL consultato il 9 aprile 2019.
  3. ^ Marco Barbini e Federico Ruzza in biancoverde fino al 2021, in Treviso Today, 7 febbraio 2019. URL consultato il 9 aprile 2019.
  4. ^ Francesco Palma, Marco Barbini annuncia il ritiro: «Voglio voltare pagina e costruirmi un futuro», su onrugby.it, 7 settembre 2021. URL consultato il 7 settembre 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]