Marco Abate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Abate (Milano, 29 agosto 1962) è un matematico italiano. È docente di Matematica presso l'università di Pisa. Appassionato di fumetti, è stato sceneggiatore per alcuni numeri di Lazarus Ledd, di Samuel Sand e di Martin Mystère.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studente della Scuola Normale Superiore di Pisa, Abate si laurea in Matematica all'Università di Pisa nel 1985. Per il lavoro svolto nella tesi di laurea, nel 1986 riceve il premio di studio Benedetto Sciarra. Dopo un anno passato presso la University of Southern California, Los Angeles, e la University of California, Berkeley nel 1987 torna a Pisa, dove continua a frequentare la Scuola Normale Superiore (avendo vinto una borsa di ricerca della Fondazione Francesco Severi di Arezzo) dove consegue nel 1988 il diploma di perfezionamento in Matematica. Nel 1991 riceve il Premio Giuseppe Bartolozzi dell'Unione Matematica Italiana.

Negli anni seguenti diviene ordinario di Geometria prima presso la facoltà di ingegneria dell'Università di Ancona, e poi presso la facoltà di scienze MM.FF.NN. dell'Università di Roma "Tor Vergata", ruolo che ricopre fino al 2001. Dal 2001 è ordinario di Geometria presso la facoltà di scienze MM.FF.NN. dell'Università di Pisa, dove insegna tutt'oggi. È stato invitato a trascorrere periodi di ricerca presso numerose università e centri di ricerca esteri, fra cui la University of California, Berkeley, la University of Michigan, Ann Arbor, lo Instituto Nacional de Matemática Pura e Aplicada, Rio de Janeiro, la Kyoto University, e l'Institut Mittag-Leffler, Stockholm.

I suoi contributi matematici si situano soprattutto nell'ambito dei sistemi dinamici, della geometria differenziale, dell'analisi complessa e della dinamica olomorfa.

Ogni anno, presso la facoltà di scienze MM.FF.NN. dell'Università di Pisa, organizza un ciclo di seminari intitolato Perché Nobel? in cui invita studiosi e ricercatori a spiegare chi ha vinto il prestigioso riconoscimento l'anno precedente e perché. L'edizione del 2008 ha dato anche origine ad un libro omonimo e ad una trasmissione radiofonica di divulgazione scientifica su Radio Bruno.

È anche un divulgatore della matematica attraverso i fumetti, sceneggiando storie di matematici e "matematica realistica", oltre a racconti di altro tipo.[1]

Libri pubblicati[modifica | modifica sorgente]

  • M. Abate: An introduction to hyperbolic dynamical systems. I.E.P.I. Pisa, 2001..
  • M. Abate, G. Patrizio: Finsler Metrics - A Global Approach. LNM 1591, Springer, Berlin, 1994.
  • M. Abate: Iteration theory of holomorphic maps on taut manifolds. Mediterranean Press, Cosenza, 1989.
  • M. Abate: Matematica e Statistica. McGraw-Hill Libri Italia, Milano, 2009.
  • M. Abate (a cura di): Perché Nobel? Springer Italia, Milano, 2008.
  • M. Abate, F. Tovena: Curve e superfici. Springer Italia, Milano, 2006.
  • M. Abate, C. de Fabritiis: Geometria analitica con elementi di algebra lineare. McGraw-Hill Libri Italia, Milano, 2006.
  • M. Abate: Algebra lineare. McGraw-Hill Libri Italia, Milano, 2000.
  • M. Abate, C. de Fabritiis: Esercizi di Geometria. McGraw-Hill Libri Italia, Milano, 1999.
  • M. Abate: Geometria. McGraw-Hill Libri Italia, Milano, 1996.

Pubblicazioni specialistiche[modifica | modifica sorgente]

  • M. Abate, J.-P. Vigue': Isometries for the Caratheodory metric. Proc. Amer. Math. Soc. 136 (2008), 3905-3909.
  • M. Abate, F. Bracci: Ritt's theorem and the Heins map in hyperbolic complex manifolds. Science in China, Ser. A, 48 Suppl. (2005), 238-243.
  • M. Abate, F. Tovena: Formal classification of holomorphic maps tangent to the identity. Disc. Cont. Dyn. Sys., Suppl. (2005), 1-10.
  • M. Abate, F. Bracci, F. Tovena: Index theorems for holomorphic self-maps. Ann. Math. 159 (2004), 819-864.
  • M. Abate, F. Tovena: Parabolic curves in C^3. Abstr. Appl. Anal. 2003 (2003), 275-294.
  • M. Abate: Holomorphic classification of 2-dimensional quadratic maps tangent to the identity. Surikaisekikenkyusho Kokyuroku, 1447 (2005), 1-14.
  • M. Abate, R. Tauraso: The Lindelof principle and angular derivatives in convex domains of finite type. J. Austr. Math. Soc. 73 (2002), 221-250.
  • M. Abate: Basins of attraction in quadratic dynamical systems with a Jordan fixed point. Nonlinear Anal. 51 (2002), 271-282.
  • M. Abate: The residual index and the dynamics of holomorphic maps tangent to the identity. Duke Math. J. 107 (2001), 173-207.
  • M. Abate: Diagonalization of non diagonalizable discrete holomorphic dynamical systems. Amer. J. Math. 122 (2000), 757-781.
  • M. Abate, G. Patrizio: Isometries of the Teichmuller metric. Ann. Sc. Norm. Sup. Pisa 26 (1998), 437-452. KB.
  • M. Abate, R. Tauraso: The Julia-Wolff-Caratheodory theorem(s). Contemp. Math. 222 (1999), 161-172.
  • M. Abate: The Julia-Wolff-Caratheodory theorem in polydisks. J. Analyse Math. 74 (1998), 275-306.
  • M. Abate, G. Patrizio: Convex-like properties of the Teichmuller metric. Contemp. Math. 222 (1999), 149-159.
  • M. Abate: When is a linear operator diagonalizable? Amer. Math. Monthly 104 (1997), 824-830.
  • M. Abate, G. Patrizio: Kahler Finsler metrics with constant holomorphic curvature. Int. J. Math. 8 (1997), 169-186.
  • M. Abate: A characterization of the Chern and the Bernwald connections. Houston J. Math. 22 (1996), 701-717.
  • M. Abate, G. Patrizio: Finsler metrics of constant curvature and the characterization of tube domains. In "Finsler Geometry". Contemp. Math. 196, American Mathematical Society, Providence, 1996, pp. 101-107.
  • M. Abate: Dinamicamente parlando. Sapere 70 (2004), 18-27.
  • M. Abate: Scrivere Matematica nel fumetto. In "Matematica e cultura 2004" Ed. M. Emmer, Springer Italia, Milano, 2004, pp. 19-29.
  • M. Abate: Narrare matematica nel fumetto. Int. J. Sci. Comm. 7 (2003), 1-10.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Abate in jekyll.sissa.it
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie